martedì 25 novembre 2014

Rotary international presenta: Dai un calcio alla polio, torneo di calcio a cinque!

Anche quest'anno sono aperte le iscrizioni per il toneo di calcio "Dai un calcio alla Polio Ed. III" il cui ricavato sarà devoluto al progetto "End Polio Now" del Rotary International per debellare la poliomielite nel mondo.

Vi aspettiamo in tanti!

Cliccando sull'immagine potrete trovare tutti i dettagli inerenti all'evento, ricordate perché lo state facendo e partecipate numerosi.

domenica 23 novembre 2014

Pulizia delle caditoie a Piazza Armerina

Crozza contro i luoghi comuni sugli immigrati "Vengono tutti in Italia, li manteniamo con i nostri soldi, ci rubano il lavoro, non rispettano le leggi". Sono i luoghi comuni sui migranti che il comico italiano, dati alla mano, cerca di smontare. "Nonostante la loro evidente infondatezza - commenta Crozza - c'è qualcuno che riesce a costruirci la sua fortuna politica. Indovinate chi?"

Nigeriano trova per terra 4350 e li restituisce ai carabinieri


dal quotidiano La Sicilia.
Piazza Armerina. Samuel Oladeji Ademokun ha 43 anni, la pelle nera ed è nigeriano. Ieri mattina, intorno alle ore 9.00, ha trovato per terra in via Generale Ciancio, nel centro della città, una mazzetta in contanti di 4350 euro. L'ha presa, ha chiamato una volante dei carabinieri ed ha consegnato il denaro trovato per caso al personale dell'arma. I carabinieri della caserma piazzese – guidati dal capitano Rosario Scotto Di Carlo - sono rimasti felicemente sorpresi. In un momento in cui si fa a gara per parlare male dei migranti assistere ad un gesto simile per loro è stato un gran piacere. Dopo un'ora dal ritrovamento dei 4350 euro si è presentato in caserma un cittadino palermitano che ha denunziato lo smarrimento del denaro. Dopo i riconoscimenti di rito il personale dell'arma ha riconsegnato la somma al proprietario che per ricompensa ha lasciato 50 euro al migrante nigeriano. "Una storia piuttosto significativa, quella di Samuel – dice Kevin Falciglia, un suo amico piazzese – in questo periodo, soprattutto dopo le vicende di Tor Sapienza a Roma, i migranti in Italia spesso vengono presentati come nemici.

"Per una città accessibile a tutti"


Si è tenuto venerdi scorso 21 novembre a Enna, presso l'Auditorium Rettorato Università Kore, un importante convegno dal titolo "Per una città accessibile a tutti", iniziativa condivisa e patrocinata dalla Prefettura di Enna. Per il comune di Piazza Armerina ha dato i saluti il sindaco dott. Filippo Miroddi e nella sessione di lavoro ha esposto la sua relazione l'ing. Pippo Oliveri, assessore della giunta Miroddi. Si è trattato di un intervento, quello dell'assessore Oliveri, molto apprezzato da S.E. il Prefetto ed applaudito dall'assemblea di esperti e tecnici convenuti, che conferisce valore aggiunto al piano di programmazione in corso dell'amministrazione Miroddi.

Le nuove povertà che bussano alla nostra porta

IL TEMA che oggi desidero trattare è quello quanto mai attuale della povertà. C'è sempre stata da che esiste il mondo, ma oggi la società globale nella quale viviamo l'ha reso diverso da precedenti epoche ed è appunto questa diversità che dev'essere approfondita. Prima però, come talvolta accade in questo nostro appuntamento domenicale, dedicherò una premessa alla lettera che il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha indirizzato ieri al direttore del nostro giornale. Non spetta a me rispondergli ma una breve considerazione personale ritengo debba esser fatta.

Villa Romana. Finalmente tutti ne parlano bene! Primi per gestione tra i siti Unesco siciliani

sabato 22 novembre 2014

Chi guarda questo video scopre la vita

https://www.youtube.com/watch?v=3j9RgU8CCOo

Le minacce dell'ISIS? Agli studenti del Liceo " Gen. A. Cascino" interessano eccome!

«Quando si parla di ISIS c’è una gran confusione. Conoscere, imparare e condividere: queste le tre parole chiave Che devono farci riflettere" A parlare è la Preside del Liceo " Gen. A. Cascino" Lidia Di Gangi che ha incoraggiato e sostenuto la richiesta di un"assemblea congiunta promossa da due studentesse: Paola Calcagno, presidente dell'interact e Giorgia Nocera. Ieri 21 novembre, nell'Auditorium dell'Istituto assieme a circa 200 studenti si é affrontata la tematica riguardante l"ISIS: minacce internazionali, violazione dei diritti umani- trattamento dei civili, persecuzioni religiose, discriminazioni sessuali, bilancio morti- esecuzioni, decapitazioni, massacri, violenza psicologica e propaganda.

Quest'uomo è un eroe.




Diritto di asilo per le donne migranti. incontro all'università popolare Ignazio Nigrelli


venerdì 21 novembre 2014

Indagine denominata “Kindergarden


LEGIONE CARABINIERI "SICILIA"
- Comando Provinciale di Enna –
Nella mattinata del 19 novembre 2014, i Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura insieme a quelli del Comando Provinciale di Enna, hanno notificato, ad una insegnante di una scuola materna della provincia, l'ordinanza di applicazione della misura cautelare interdittiva della sospensione dall'attività didattica per la durata di due mesi.

BARRAFRANCA: Minaccia un compaesano con una pistola. Arrestato un cinquataduenne del posto.


I militari della Stazione di Valguarnera, dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Piazza Armerina, hanno tratto in arresto nella tarda mattinata di ieri, in flagranza dei reati di minaccia aggravata e porto abusivo di armi, TAMBÈ Filippo, 52enne nato e residente a Barrafranca, disoccupato, coniugato.

I Carabinieri dell'Arma barrese, nel corso di attività d'indagine avviata a seguito della denuncia – querela sporta da un 66enne del luogo, a seguito di perquisizione personale eseguita nei confronti del predetto TAMBÈ, gli hanno sequestrato una pistola marca tanfoglio cal. 7,65 completa di nr. 2 serbatoi e nr. 14 cartucce stesso calibro, con cui avrebbe minacciato – per futili motivi – il compaesano presso il fondo agricolo di quest'ultimo. L'arma e le munizioni sequestrate erano regolarmente denunciate. 

Alessia Di Giorgio visita l'asilo nido

A seguito di segnalazioni ricevute dall'ass. Di Giorgio sui ritardi di pagamento degli stipendi afferenti gli operatori dell'asilo nido Miriam Schillaci, la stessa questa mattina si è recata presso la sede comunale per un primo sopralluogo e un primo informale chiarimento con il responsabile in servizio della cooperativa Assomed, che da  due anni circa gestisce tale servizio per l'infanzia. Nel corso della visita l'ass. Di Giorgio ha avuto modo di verificare lo stato delle aule e dei locali di servizio, anche quelle parti che a breve verranno sistemate grazie ad un finanziamento ottenuto. Alla fine del sopralluogo l'ass. Di Giorgio ha precisato: "Questi ritardi lamentati da alcune operatrici non sono attribuibili all'amministrazione comunale in quanto non si tratta di dipendenti del Comune di Piazza Armerina bensì della cooperativa che ne gestisce tale servizio. E' chiaro che in tempi di crisi come questo, dove l'allarme sociale è altissimo, sarà premura del mio ufficio e del Sindaco attivarsi per quanto di nostra competenza al fine di garantire ai lavoratori il dovuto.  Tale impegno sarà confermato durante la riunione con le sigle sindacali nei giorni a venire". L'assessore inoltre si riserva di esprimere una valutazione finale dopo avere incontrato il presidente della cooperativa Assomed, Roberto Trovato e le associazioni sindacali in rappresentanza del personale oggi in difficoltà. All'incontro sarà presente il sindaco Filippo Miroddi. 

«Il migrante è Cristo, basta ingiustizie» | Chiesa | www.avvenire.it

http://www.avvenire.it/Chiesa/Pagine/papa-francesco-il-migrante-e-cristo.aspx?utm_content=buffer941e9&utm_medium=social&utm_source=facebook.com&utm_campaign=buffer


Inviato da iPhone di Agostino Sella
LA MESSA A SANTA MARTA
Francesco: «Basta chiedere soldi
per battesimi, benedizioni e messe»
Il Papa: «La redenzione è gratuita». Il cardinale Bagnasco puntualizza in serata: «Non si fa commercio delle cose sacre»
di Gian Guido Vecchi e Redazione Online
Papa Francesco (Ansa/
CITTÀ DEL VATICANO - Via i mercanti dal Tempio: «Penso allo scandalo che possiamo fare alla gente con il nostro atteggiamento, con le nostre abitudini non sacerdotali nel Tempio: lo scandalo del commercio, lo scandalo delle mondanità… Quante volte vediamo che entrando in una chiesa, ancora oggi, c’è la lista dei prezzi per il battesimo, la benedizione, le intenzioni per la messa. E il popolo si scandalizza». Papa Francesco, nell’omelia della messa mattutina a Santa Marta, parte dalla lettura del brano evangelico nel quale Gesù «prende la frusta in mano per purificare il Tempio dagli affaristi». Guai alle chiese che fanno affari, «la redenzione è gratuita!», esclama Bergoglio. Che racconta una sua esperienza personale: «Una volta, appena sacerdote, ero con un gruppo di universitari, e voleva sposarsi una coppia di fidanzati. Erano andati in una parrocchia, volevano farlo con la messa. E lì, il segretario parrocchiale ha detto: “No, no: non si può”. “Ma perché non si può con la messa? Se il Concilio raccomanda di farlo sempre con la messa …”. “Non si può perché più di 20 minuti non si può. Ci sono altri turni”. “Ma noi vogliamo la messa!” “Allora pagate due turni”. E per sposarsi con la messa hanno dovuto pagare due turni! Questo è peccato di scandalo». Parole dure alle quali in serata ha risposto il cardinale Angelo Bagnasco: «Non si fa commercio delle cose sacre».
Peccato gravissimo, chiarisce Francesco: «Noi sappiamo quello che dice Gesù a quelli che sono causa di scandalo: meglio essere buttati nel mare». Quando caccia i mercanti dal Tempio, «Gesù non è arrabbiato», spiega il Papa: «È l’ira di Dio, è lo zelo per la Casa di Dio, perché non si possono servire due padroni: o rendi il culto a Dio vivente, o rendi il culto ai soldi, al denaro. Ma perché Gesù ce l’ha con il denaro? Perché la redenzione è gratuita; la gratuità di Dio lui viene a portarci, la gratuità totale dell’amore di Dio». Non si può «affittare la chiesa», il Tempio «va mantenuto pulito». E tutti, «anche i laici», sono responsabili, tutti devono vigilare perché non accada mai: «Se io vedo che nella mia parrocchia si fa questo, devo avere il coraggio di dirlo in faccia al parroco. La gente soffre questo scandalo. È curioso: il popolo di Dio sa perdonare i suoi preti, quando hanno una debolezza, scivolano su un peccato. Ma ci sono due cose che il popolo di Dio non può perdonare: un prete attaccato ai soldi e un prete che maltratta la gente».

Bagnasco: «Non si fa commercio di cose sacre»
Parole a cui ha risposto in serata il cardinale Angelo Bagnasco: «I sacramenti non sono pagati in nessun modo», ha detto l’arcivescovo di Genova e presidente della Cei. «Le offerte che i fedeli intendono dare in forma libera sono un modo per contribuire alla necessità materiali della Chiesa». E, ancora, puntualizza il portavoce della Conferenza Episcopale Italiana, mons. Domenico Pompili: «Le parole del card. Bagnasco intendono ribadire la persuasione espressa stamane dal Papa a Santa Marta circa il fatto che non si fa commercio delle cose sacre. parroci sanno bene che eventuali offerte possono essere accolte per la carità, ma mai pretese visto che dei sacramenti non si fa merce di scambio».
21 novembre 2014 | 12:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Aidone big staff



giovedì 20 novembre 2014

Fwd: Sciopero sociale a Niscemi



Ricordo a tutti noi del Comitato No MUOS  No War di Piazza Armerina e del gruppo NO MUOS PIAZZA ARMERINA l'appuntamento con lo sciopero sociale a Niscemi.
Uno sciopero con corteo nella città di Niscemi che ci vede protagonisti insieme a numerose sigle e realtà della vita sociale e della società civile. E che precede un'altra importante scadenza: il pronunciamento del TAR Sicilia atteso, salvo rinvii, per il 25 novembre, solo quattro giorni dopo lo sciopero sociale...

Chi desidera offrire o richiedere passaggi in auto (si parte intorno alle 8,00 di domani venerdì 21 novembre), utilizzi i messaggi privati o la posta elettronica.

Ciao a tutti



Fwd: Miniere e rifiuti tossici nel nisseno. Scatta Interrogazione

Disastro ambientale nel nisseno: Ignazio Corrao M5S EU: "Miniere trasformate in deposito di chissà quali porcherie"

L'eurodeputato M5S fa scattare interrogazione a Bruxelles sui siti dismessi del Vallone

Bruxelles 20 Novembre 2014 - "Siti minerari dismessi trasformati in discariche di amianto e strani rifiuti speciali. Accade in provincia di Caltanissetta, nel Vallone, dove di recente i carabinieri hanno sequestrato tre vecchie miniere trasformate in discarica di rifiuti tossici. L'Europa acquisisca più informazioni". La questione miniere dismesse in provincia di Caltanissetta è in queste ore oggetto di interrogazione in Commissione Europea da parte dell'eurodeputato siciliano Ignazio Corrao, Capo delegazione del Movimento 5 Stelle. I siti minerari oggetto di sequestro nei giorni scorsi sono quelli del Vallone tra il comune di San Cataldo e Serradifalco e sono le ex miniere di Bosco, Palo 1 e Palo 2 , dove anche il noto inviato della trasmissione Striscia la Notizia Brumotti, avendo accolto l'appello dei cittadini, ha denunciato televisivamente la vicenda. "Stando alle segnalazioni di alcuni cronisti locali – spiega Corrao – pare che nelle vicinanze dei siti vi fosse anche una casa dove venivano bruciati documenti che testimoniavano come nelle miniere venissero stoccati rifiuti speciali, tra i quali anche scarti ospedalieri. Morale, delle ex miniere di zolfo (prima) e sale (poi) abbandonate da quasi 20 anni,  stanno generando picchi tumorali per gli abitanti dei comuni del comprensorio pari a quelli delle aree industriali a rischio. Le problematiche principali sono legate a 3 fattori:  l'esposizione alla luce solare di una montagna di residuo della lavorazione del sale che, sulla scorta di evidenze scientifiche, emanerebbe radiazioni; la presenza di impressionanti quantità di amianto esposto ai fenomeni atmosferici e le cui fibre vengono ormai trasportate dal vento nei centri abitati vicini;  la presenza di rifiuti speciali abbandonati. Una situazione ovviamente non sostenibile, non solo per gli abitanti del luogo, quanto per la dignità stessa dei cittadini, avvelenati dalla malversazione e dagli interessi di uomini senza scrupoli". L'eurodeputato Corrao, interroga quindi la Commissione Europea per sapere se è a conoscenza di tale situazione; trattandosi di una impianto industriale particolarmente datato, su chi ricade l'obbligo di ripristino dei luoghi allo stato antecedente la realizzazione dello stesso o quanto meno la messa in sicurezza. Il capo delegazione a M5S al Parlamento Europeo chiede inoltre, se la Commissione possa acquisire ulteriori informazioni e sollecitare un intervento delle autorità competenti. Intanto in queste ore è già partita da Bruxelles formale richiesta all'Arpa di Caltanissetta di copia di eventuali verbali di ispezioni e degli esiti di caratterizzazioni o monitoraggi ambientali effettuati in quell'area.


--


Per l'eurodeputato Ignazio Corrao 

Marco Benanti

Piazza del Parlamento 1 Palermo
(+39)339 7193322
Mailto: mbenanti@ars.sicilia.it
Twitter: @BenantiMarco

 

Comunicato stampa relativo all’indagine denominata “Kindergarden

LEGIONE CARABINIERI "SICILIA"

Comando Provinciale di Enna – 


 

Nella mattinata del 19 novembre 2014, i Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura insieme a quelli del Comando Provinciale di Enna, hanno notificato, ad una insegnante di una scuola materna della provincia,l'ordinanza di applicazione della misura cautelare interdittiva della sospensione dall'attività didattica per la durata di due mesi.

Le indagini, dirette dal P.M. dott.ssa Fiammetta Modica e coordinate dal Procuratore della Repubblica dott. Calogero Ferrotti, sono state avviate a seguito della denuncia di alcuni genitori di alunni tra i 4 ed i 5 anni, frequentatori della scuola materna, e si sono sviluppate nell'arco di un mese anche con l'esecuzione di intercettazioni audio e video. Le attività hanno messo in luce che l'insegnante, nelle ore in cui i piccoli alunni erano affidati alle sue cure, spesso e per motivi del tutto futili, travalicava i normali metodi educativi, infliggendo mortificanti punizioni arrivando anche ad ingiuriare pesantemente i bambini e ad usare vere e proprie forme di violenza fisica.

Il compendio delle investigazioni è stato valutato positivamente dal G.I.P. del Tribunale di Enna, dott.ssa Luisa Bruno, la quale ha emesso la misura cautelarerichiesta.

Con l'esecuzione del provvedimento, che è stato notificato anche agli organi amministrativi scolastici della Provincia,per quanto di loro competenza, la Procura, con i suoi organi investigativi, ha dimostrato una particolare attenzione ad un tema di scottante attualità a livello nazionale, quale quello dell'abuso del potere educativo e disciplinare in ambito scolastico.

Enna 20.11.2014

 

 


Inviato da iPhone di Agostino Sella

sabato 15 novembre 2014

Tre preti al Quartiere Monte


Di seguito uno stralcio dell'articolo tratto dal settimanale della Diocesi di Piazza Armerina "Settegiorni dagli Erei al Golfo" a firma di don Pino Rabita.

Il Vescovo ha annunciato la nuova riorganizzazione

Nuovo assetto ecclesiale nel quartiere Monte, il Vescovo mons. Gisana ha annunciato di avere affidato la cura pastorale del nucleo più antico della città a don Filippo Bognanni parroco della Cattedrale nel cui territorio gravita gran parte del quartiere, e don Daniel Sitayila, sacerdote originario della Tanzania.

LEGGI TUTTO su: www.quartieremonte.com

FIDAPA : INCONTRO CON ENZO RUSSO : INVITO

> Amici,
>
> La Presidente della Sezione FIDAPA di Piazza Armerina, Prof.ssa Cinzia Messina Vi invita a partecipare, Venerdì 28 Novembre alle ore 17,30 presso il Museo Diocesano all'incontro con ENZO RUSSO, autore italiano di grande caratura nel campo della narrativa con particolare esperienza e inclinazione alle problematiche generate dal fenomeno mafioso.
>
> cordialmente ... Gino Salemi

venerdì 14 novembre 2014

La Studentesca Armerina affronta la Sancataldese in casa.



Sappiamo tutti che non è un momento facile per loro, per il gruppo Allievi allenato dal Mister Renato Minacapelli. E' per questo che hanno bisogno del vostro sostegno per uno scontro che può considerarsi attualmente diretto nelle zone basse della classifica. SABATO 15 NOVEMBRE al Comunale Sant'Ippolito: STUDENTESCA-SANCATALDESE. Tifiamo per i nostri giovani! 

giovedì 13 novembre 2014

Fioriglio esperto del sindaco.

Consiglio sospeso. E' stupore...

Salta quest'oggi la seduta consiliare, in sessione ordinaria, programmata dal Presidente Gianfilippo La Mattina per la trattazione del seguente ordine del giorno: Approvazione schema di Bilancio di Previsione Esercizio 2014. Bilancio pluriennale 2014-2015-2016. Relazione previsionale e programmatica.

In modo confusionario e maldestro il presidente La Mattina, con una sua personale interpretazione delle norme e del regolamento consiliare ha di fatto inficiato una seduta consiliare, con aggravio economico per le casse dell'ente comunale. Tra l'altro lo stesso ha chiuso arbitrariamente la seduta senza porre in votazione la proposta che lui stesso aveva avanzato. Dopo avere interrotto in prima battuta il consiglio comunale e rinviato alle 18.15, il consigliere Alberghina aveva chiesto di leggere un documento a firma della consigliera Marotta nel quale veniva stigmatizzato il comportamento del presidente Gianfilippo La Mattina, accusato di non essere spinto certamente dai doveri di imparzialità che dovrebbe invece contraddistinguere la seconda carica istituzionale del Comune. Probabilmente frastornato dalle inaspettate dichiarazioni della consigliera Terranova e in mezzo allo stupore generale, La Mattina senza mettere nulla ai voti ha autonomamente rinviato la seduta alla data di domani, ore 17.00. Ci si chiede…, considerato che non è stato messo ai voti il rinvio….ma la seduta è ancora aperta?



Pink Floyd - Louder Than Words - promo video

Guarda questo video su YouTube:

http://youtu.be/Ezc4HdLGxg4


Inviato da iPhone di Agostino Sella

San Martino, premiati nove ragazzi/e nel concorso di disegno e poesia

Quindici anni e non li dimostra, tante sono le edizioni del concorso di disegno e poesia su San Martino, rivolto alle classi dell’Istituto Comprensivo Capuana/Cordova; che anche quest’anno a visto la partecipazione delle classi IV e V della elementare Trinità e III madia Capuana. 
Il Comitato nobile quartiere Monte ha così ricordato la figura di san Martino santo patrono del quartiere Monte, coinvolgendo la Scuola del quartiere, l’Oratorio Giovani Orizzonti, la comunità del SS. Crocifisso e l'Amministrazione comunale che ha patrocinato l’evento.


mercoledì 12 novembre 2014

IL 15 DICEMBRE PARTE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA.

La TEKRA, azienda nata a Salerno nel 2008 come impresa per la raccolta e smaltimento rifiuti, dal primo ottobre ha avviato il suo cantiere a Piazza Armerina, sostituendosi al vecchio gestore Atoennaeuno. Sin dalle prime battute e, come tutti i cittadini hanno potuto constatare, si è distinta per professionalità nel settore dei servizi ecologici e ambientali, occupandosi anche di sanificazione e pulizia di strade, edifici e disinfestazione. 

Proprio ieri, 11/11/2014, presso gli uffici comunali del VI Settore-Protezione civile e politiche ambientali, l'impresa ha siglato un protocollo di intesa con il Comune di Piazza Armerina alla presenza del nostro Sindaco Filippo Miroddi, del RUP Mauro Mirci e del DEC geom. Giuseppe Speciale, dove fra le altre cose viene dichiarato l'AVVIO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PER IL 15 DICEMBRE. Una data importante per un evento altrettanto importante, una città che decide di dare una svolta radicale al concetto di raccolta e riciclo rifiuti. Proprio per questo motivo l'impresa ha sottoscritto l'impegno nei 25 giorni che precederanno l'inizio della raccolta differenziata a provvedere ad importanti adempimenti, quali una corretta campagna di sensibilizzazione, distribuzione di kit di sacchetti e pattumiera domestica, scaletta di incontri con le parti sociali ed imprese locali. Il Sindaco aggiunge: "Ci avviamo verso la fase decisiva della scommessa mia come amministrazione comunale verso un cambio radicale e rivoluzionario della gestione rifiuti. Avremo una città pulita, all'avanguardia e al passo con le altre città turistiche ai primi posti in classifica. Per avviare la raccolta differenziata dovremo consumare dei passaggi obbligatori con un preciso calendario o scaletta da seguire, perchè la raccolta differenziata non parta trovando il cittadino impreparato e non adeguatamente informato. In concomitanza con l'avvio di corsi di formazione e riqualificazione professionale dei nostri operatori ecologici, avvieremo delle assemblee pubbliche generali di aperturà delle attività, incontri con i commercianti e invio di note informative alle utenze artigianali e industriali. Sempre contestualmente ci incontreremo con tutte le associazioni locali, con il corpo docente delle scuole di ogni ordine e grado e con le parrocchie. Nulla sarà lasciato al caso, soprattutto sarà attivato uno sportello informativo sempre aperto a servizio del cittadino, ed è prevista anche un 'imponente manifestazione con spettacolo alla Villa Romana del Casale. Alla fine verrà confezionato il kit e distribuito a tutti gli utenti. Nonostante le forti criticità inerenti al passaggio di cantiere oggi possiamo ritenerci soddisfatti, anche per quanto riguarda la realizzazione del CCR in c/da Bellia senza il quale non si sarebbe potuta avviare la raccolta differenziata. Invito all'uopo tutti i cittadini a impegnarsi in questa delicata fase di avvio che li vedrà costretti a cambiare parte delle loro abitudini quotidiane, ma con risvolti positivi per tutti e per tutto il territorio".


Chi sono

Qualcuno, di cui non ho molta stima, mi chiama "Architetto di Dio". La cosa, però, mi piace. Dicono che sono un architetto eclettico ed un pò anomalo. Il mio lavoro è a metà tra i restauri ed il turismo. Sono cooperatore salesiano e amo Don Bosco. Sono sposato con Cinzia che amo. Abbiamo tre figli, Gabriele Samuele e Gaia. Se vuoi scrivermi ecco la mail architettodidio@gmail.com


___________


"Il senso di inquietudine mi insegue sempre e quando mi pare di aver colto una certezza ricado nell'assoluto smarrimento. Mi chiedo: sono al posto giusto, al momento giusto? Boh! che casino è la VITA e quanto doloroso è questo cammino di scoperta dell'Assoluto che c'è in noi!"

TUTTI GLI ARTICOLI