lunedì 23 aprile 2012

Operazione Easy Travel 2

NELLA MATTINATA ODIERNA, ANCHE A SEGUITO DELLE PRIME RISULTANZE INVESTIGATIVE DERIVANTI DALLE VARIE PERQUISIZIONI EFFETTUATE IN DATA 16 APRILE 2012, GLI AGENTI DELLA DIGOS DELLA QUESTURA DI ENNA, DIRETTI DAL COMMISSARIO CAPO DOTT.SSA GIADA PECORARO, HANNO EFFETTUATO ULTERIORI PERQUISIZIONI DOMICILIARI AD ENNA, DELEGATE DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ENNA, PRESSO ABITAZIONI DI CITTADINI ITALIANI E STRANIERI. 

SI TRATTA DI UN’INDAGINE A VASTO RAGGIO DELLA DIGOS VOLTA A CONTRASTARE IL FENOMENO DELL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA E L’AGGIRAMENTO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI RILASCIO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO. QUESTO SECONDO FILONE INVESTIGATIVO, IN PARTICOLARE, E’ STATO COORDINATO DAL SOSTITUTO PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI ENNA, DOTT.SSA PAOLA D’AMBROSIO. 

ALTRE PERSONE RISULTANO INDAGATE PER I REATI DI FALSITA’ MATERIALE E VIOLAZIONE DELLE DISPOSIZIONI DI CONTRASTO ALL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA. 

NEL CORSO DELLE ATTIVITA’ E’ STATA SEQUESTRATA COPIOSA DOCUMENTAZIONE E MATERIALE INFORMATICO, RITENUTI UTILI AGLI INQUIRENTI. 

NELLO SPECIFICO, TRA I METODI UTILIZZATI DA UNO DEGLI INDAGATI, C.Z., PER CERCARE DI OTTENERE LA REGOLARIZZAZIONE DELLA POSIZIONE DI STRANIERI EXTRA-COMUNITARI, SI SEGNALA LA PRESENTAZIONE DI DICHIARAZIONI DEI REDDITI ABILMENTE CONTRAFFATTE. 

IN PARTICOLARE, DOPO LA PRESENTAZIONE ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE DEL DOCUMENTO UFFICIALE, NE VENIVANO PRODOTTI ALTRI PRESSO GLI UFFICI PREPOSTI PER LA REGOLARIZZAZIONE DI STRANIERI, CON ADEGUATI RITOCCHI PER SUPERARE LA SOGLIA REDDITUALE MINIMA RICHIESTA DALLA NORMATIVA VIGENTE, DOCUMENTI CHE A PRIMA VISTA APPAIONO ASSOLUTAMENTE REGOLARI. 

LE INDAGINI SONO STATE AVVIATE DALLA DISAMINA DI TALUNE PRATICHE PENDENTI DAVANTI LO SPORTELLO UNICO PER L’IMMIGRAZIONE DI ENNA E DA ALCUNI RILIEVI SOLLEVATI DALL’UFFICIO IMMIGRAZIONE DELLA QUESTURA, CHE HANNO CONSENTITO DI RAVVISARE, NEL TEMPO, IN RAGIONE DELLE RISPETTIVE COMPETENZE, CRITICITA’ IN ALCUNE PRATICHE PER IL RILASCIO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO. GLI AGENTI DELLA DIGOS, POI, NELL’ESAMINARE I FASCICOLI, HANNO ACCERTATO DOCUMENTI FALSI ED ALTRE INCONGRUENZE CHE SONO AL VAGLIO DELL’A.G.. 

L’ANALISI DELLE PRATICHE E LE COMPLESSIVE INDAGINI CONTINUANO.- 

ENNA, 23 APRILE 2012

Nessun commento:

TUTTI GLI ARTICOLI