venerdì 30 aprile 2010

Voglio accendere un fuoco...

Il 9 maggio andra in scena BIMBIMBICI

Comunicato stampa

Piazza, 30 aprile 2010
Il Comune di Piazza Armerina, assieme all’associazione Fiab - I vispi siciliani, aderisce a Bimbimbici 2010 con un ricca manifestazione a sostegno dell’uso della bicicletta come mezzo di spostamento quotidiano. L’evento è previsto per il 9 maggio, 1° edizione della giornata Giornata Nazionale della Bicicletta: un’iniziativa nata per sottolineare come una mobilità alternativa ed ecocompatibile può essere effettivamente realizzabile.
Durante la passeggiata in bici, per ricordare che il 9 maggio, anniversario dell’uccisione di Aldo Moro, è la “giornata della memoria in ricordo delle vittime del terrorismo”, ci sarà una sosta con un minuto di raccoglimento davanti alla Caserma dei Carabinieri intitolata al Colonnello Tuttobene, vittima nel 1980 di un agguato avvenuto a Genova e rivendicato dalle Brigate Rosse.
Il programma di bimbimbici 2010:
Ore 9,00 - ritrovo dei partecipanti in Piazza Falcone e Borsellino. iscrizione e distribuzione pacco ospitalità.
Ore 9,30 - giro delle vie cittadine secondo il seguente Itinerario: Piazza Falcone e Borsellino, Viale Gen. Ciancio, Piazza Stazione, Via G. D’Annunzio (Caserma dei Carabinieri) dove i partecipanti sosteranno per ricordare il Col. Emanuele Tuttobene, vittima del terrorismo. Prosecuzione per Via Chiarandà, Piazza G. B. Giuliano, Via Mazzini, Via Marconi, Piazza Garibaldi, Via Umberto I, Via Camerata, Discesa Santo Stefano, Piazza Gen. Cascino, Via Gen. Ciancio, Piazza Falcone e Borsellino.
Ore 10,30 - attività educativa – i ragazzi valuteranno con gli istruttori le misure idonee a garantire un’adeguata sicurezza sui percorsi casa-scuola a piedi e in bici.
Ore 11,00 - attività educativa - giornata nazionale della bicicletta: la mobilità dolce.
Ore 11,30 - gran finale con prova di abilità: gimkana.
La fine della manifestazione è prevista per le ore 13,00.
È d’obbligo l’uso del casco protettivo. L’iscrizione è gratuita

Camera ardente col morto sulla moto !!

Non e' una bufala!! A Portorico hanno allestito una camera ardente con il morto sulla moto..clicca qui..

giovedì 29 aprile 2010

Nigrelli "Ho piena fiducia nella magistratura"

«Ho ricevuto un avviso di garanzia insieme ad alcuni assessori della mia giunta in relazione ad una delibera della fine del 2008 e a una dell’inizio del 2009 con le quali affidavamo a una cooperativa sociale il servizio di pulizia all’interno della Villa romana del Casale e la potatura degli alberi».
È il sindaco Fausto Carmelo Nigrelli in persona che fa questa comunicazione agli organi di informazione a margine della conferenza stampa con la quale è stato presentato il Piano di Zona distrettuale. «Ho voluto darvi subito la notizia – spiega – che ho appena appreso ritirando una raccomandata alla posta, per evitare illazioni e voci incontrollate.»
Di più non spiega il primo cittadino «perché si tratta di atti giudiziari», ma chiarisce «di avere piena fiducia nell’operato della magistratura e di ritenere gli atti predisposti dagli uffici conformi alle normative vigenti e alle modalità precedentemente utilizzate nel Comune per l’affidamento di tali servizi.»
Ad essere sotto analisi da parte degli inquirenti sembra essere, dunque, la modalità di affidamento del servizio di pulizia della Villa romana del Casale che, secondo la convenzione stipulata tra l’Ente locale e Assessorato regionale beni Culturali, viene pagata dal Comune con i fondi del 30%.
A fine 2008 la giunta attuale aveva confermato per un mese il servizio alla stessa cooperativa che lo aveva gestito fino ad allora sulla base di atti prodotti dalla precedente amministrazione.
E infatti, secondo indiscrezioni, anche la giunta precedente avrebbe ricevuto analogo avviso di garanzia per lo stesso motivo e sembra che il tutto sia nato dall’esposto di un’altra cooperativa sociale.
Il reato contestato a una quindicina di amministratori di centro sinistra e di centro destra, tra cui attuali consiglieri comunali di opposizione e amministratori provinciali, sarebbe quello di abuso di ufficio per non avere utilizzato una giusta modalità di affidamento del servizio. La questione ruoterebbe attorno alle deroghe che il Codice degli appalti consente quando i servizi vengono erogati a cooperative sociali che hanno lo scopo di fare lavorare categorie deboli di persone.
«Subito dopo le feste chiederò al Procuratore della Repubblica di essere sentito per fornire tutte le informazioni in mio possesso al fine di chiarire la questione» conclude il sindaco.
Agostino Sella

E’ legittima l’imposizione dell’I.C.I. ai terreni dal momento dell’adozione del P.R.G. Lo decide il Consiglio Comunale

di Andrea Ferlita
L’altro ieri pomeriggio si è svolta la seduta del Consiglio comunale avente per ordine del giorno l’approvazione del nuovo Regolamento dell’ICI: l’amministrazione ha incaricato l’Ufficio tributario di predisporne un nuovo schema in sostituzione di quello vigente approvato dal Consiglio comunale nel 1998 non più adeguato a tutte quelle leggi finanziarie e disposizioni fiscali che si sono succedute dal 1998 in poi. Esso nasce per rendere una maggiore trasparenza dell’azione tributaria del Comune e migliorare il rapporto cittadino/contribuente ed ente pubblico e si diversifica, inoltre, rispetto al precedente per l’intercalazione di completi articolati di leggi per meglio contemplare più casi possibili: per esempio, si è sistemata la questione degli agriturismo o sono stati attenzionati gl’immobili nel centro storico come le categorie più deboli. I 48 artt. di cui si compone il nuovo Regolamento sono stati tutti proposti per la messa a voto ed approvati all’unanimità dei presenti eccetto quelli n. 4, 40 e 47 che sono stati oggetti di trattazione o piccole modifiche. Passa l’art.4 (GAGLIANO astenuto, FIORIGLIO contrario) che sostiene il principio in base al quale un’area è da considerarsi fabbricabile dal P.R.G. adottato dal Comune, indipendentemente dall’approvazione della Regione e dell’adozione di strumenti attuativi del medesimo Comune: per l’I.C.I. sui terreni edificabili è sufficiente, cioè, il P.R.G. adottato. In pratica si è portata in Consiglio la controversia che riguarda l’obbligo o meno di pagare l’I.C.I. su un’area classificata edificabile dal P.R.G. ma priva dell’effettiva possibilità di edificare. Da una parte, la pronuncia della Cassazione n. 21644 del 2004 stabiliva che la possibilità di edificazione diventa effettiva solo se esistono i piani attuativi (piani particolareggiati e di lottizzazioni): l’area non potendo, quindi, ritenersi edificabile non può essere tassata. Dall’altra, la smentita della Commissione provinciale tributaria di Parma nella sentenza 25/2005. Alla fine si è imposto l’indirizzo secondo il quale è legittima l’imposizione dell’I.C.I. ai terreni dal momento dell’adozione del P.R.G. in virtù del fatto che un terreno qualificato come edificabile aumenta già il proprio valore di mercato indipendentemente dalla effettiva possibilità edificatoria (l’I.C.I. và dichiarato e liquidato sulla base del valore di mercato). Art.40: il fondo speciale istituito dal Comune per il miglioramento dei servizi tributari (nella fattispecie potenziamento delle attrezzature e compensi incentivanti al personale) deve essere calcolato nella misura del 20% su l’effettivo riscosso. Art.44: la Giunta municipale, solo e solamente su un’atto d’indirizzo del Consiglio, può differire i termini di versamento I.C.I. in particolari situazioni (vedi calamità naturali). Dopodichè si è passati all’approvazione di tutto il Regolamento che presuppone la sua esecutività.

15 avvisi di garanzia per la gestione del verde alla villa romana del Casale e per la potatura primaverile.

In questi giorni sono arrivati 15 diversi avvisi di garanzia. L'indagine della magistratura di Enna ha messo sotto la lente di ingrandimento alcuni atti dell'attuale giunta guidata da Fausto Carmelo Nigrelli e di precedente guidata dall'ex sindaco Maurizio Prestifilippo.
Ci ha detto Nigrelli
"Oggi ho ricevuto un avviso di garanzia insieme agli assessori della mia giunta presenti in occasione di due delibere di fine 2008 e febbraio 2009. Si tratta di due affidamenti a una cooperativa sociale: quello della manutenzione del verde all'interno dell'area della villa romana del casale e quello per la potatura nella primavera 2009. L'ipotesi di reato è l'abuso di ufficio. Nei prossimi giorni chiederò di essere ascoltato dal dott Ferrotti. In ogni caso ho piena fiducia nell'operato della magistratura e sono anche convinto che gli atti predisposti dagli uffici e votati in giunta siano rispettosi della legge"
Tra qualche ora altre dichiarazioni sulla vicenda.

Poalo Colianni "Soddisfazione per tutte le organizzazioni agricole".

Comunicato Stampa del Deputato MPA all’ARS Paolo Colianni

Grande soddisfazione è stata espressa dal Deputato all’ARS Paolo Colianni all’indomani del 22 aprile, data in cui ha convocato tutte le organizzazioni del settore agricolo. Riunione e confronto resi necessari dalla quasi totale esclusione della provincia ennese dai fondi della Comunità Europea previsti per il POR Sicilia e ammontanti a 220 milioni di euro: a fronte di 1200 domande presentate in tutta la Regione, 170 erano state infatti avanzate nella provincia di Enna. Di queste, il 30% era pervenuto fuori termine e, delle restanti, ne veniva accolta solo 1!
“In qualità di Presidente Vicario della Commissione Parlamentare III, Attività Produttive – ricorda Colianni – ho convocato il Dirigente Generale Interventi per l’agricoltura, Dott.ssa Barresi, il Dirigente dell’ Ispettorato provinciale Agricoltura e Foreste, Dott. Nasello, e tutte le organizzazioni di categoria per far luce su un’interpretazione quanto meno severa delle norme, che penalizza non solo gli operatori del settore, ma anche l’egregio lavoro svolto dagli agronomi della nostra provincia”.

La riunione è andata avanti per ore, considerata la delicatezza del tema, che vede coinvolte risorse fondamentali per lo sviluppo del territorio ennese. Nel corso del dibattito, Colianni non ha mancato di sottolineare con forza le incongruenze che avevano generato il depennamento della quasi totalità delle richieste. Ragioni spesso impugnabili, come autocertificazioni considerate non valide o la mancanza della DIA (denuncia inizio attività), facilmente ricavabile dalla regolare iscrizione delle imprese alla Camera di Commercio. Tuttavia, grazie alla fattiva collaborazione degli astanti, sin dall’inizio dell’assemblea si sono registrati significativi passi in avanti, tanto che le istanze ammesse sono subito passate da 1 a 20. Si è inoltre raggiunto l’accordo per la presentazione dei ricorsi da parte degli agricoltori penalizzati, che potranno richiedere l’ammissibilità e l’accoglimento della proprie pratiche, che dovrebbero così salire a circa una sessantina.
“Sono molto soddisfatto – conclude il Deputato ennese – che questa iniziativa abbia prodotto disponibilità immediata da parte della Dottoressa Barresi. Un atteggiamento produttivo, importante per convogliare risorse economiche significative per l’intero territorio della nostra provincia”.

PD. In 9 gestiranno la fase precongressuale

Piazza Armerina. Una commissione di 9 componenti per gestire il congresso del partito democratico piazzese. E’ questa la decisione presa per portare a termine la fase congressuale del partito di Gianluigi Bersani. I nove dovranno essere gli accompagnatori del partito per arrivare a definire le linee strategiche che porteranno al congresso previsto per giugno. Un’assise quella democratica, più volte annunciata negli scorsi mesi e ripetutamente rimandata anche a causa delle dimissioni di Sandra Tigano, ex coordinatrice della forza politica. La scelta dei nomi ha rispecchiato il vecchio riferimento alle aree politiche del partito. Infatti dei nove componenti nominati tre appartengono all’area Lumia-Crocetta, tre all’area Bersani e tre all’area Franceschini. Ecco i nomi: Arcangelo Costa, Giuseppe Capizzi e Maria Grasso dell’area Bersani, Ranieri Ferrara, Benedetto Napoli e Tatiana Falcone per l’area Lumia-Crocetta, Riccardo Calamaio, Giuseppe Campisi e Pippo Russo per l’area Franceschini. Insomma, una divisione che rappresenta le anime del partito anche se pare che a qualche componente sia venuto il mal di pancia in quanto sostiene di non essere rappresentata. Adesso i nove politici dovranno seguire la fase del tesseramento che porterà all’elezione del nuovo segretario. I nuovi equilibri, probabilmente avranno anche un’influenza sulle presenze in giunta. Anche se, ad onor del vero, fino ad oggi il sindaco Fausto Carmelo Nigrelli, ha evitato di parlare di possibili cambiamenti della compagine assessoriale difendendo l’operato dei 7 uomini della sua giunta tutti appartenenti al partito democratico. Forse però, questa volta Nigrelli, non potrà più resistere alle pressioni del partito e probabilmente opererà qualche aggiustamento per rivitalizzare qualche settore che fino ad oggi è sembrato sotto tono. A rivendicare maggiore visibilità ci sarà probabilmente l’area riconducibile a Lumia e Crocetta, rappresentata a Piazza Armerina da Franco Ferrara che fino ad oggi è stata critica nei confronti dell’amministrazione Nigrelli.

Agostino Sella

Presentato il piano di zona

di Andrea Ferlita
Piazza Armerina. Presentato il nuovo piano di zona del distretto socio sanitario 24. Alle ore 10.30, ieri mattina, nella sala delle luci del comune piazzese erano presenti i rappresentanti dei Comuni di Piazza Armerina, Barrafranca, Pietraperzia ed Aidone, il direttore del distretto la dott.ssa Rubicondo e il dirigente del 4° settore Solidarietà il Francesco Galati. Inizia ad illustrare il Piano il Sindaco del Comune capofila, Fausto Carmelo Nigrelli di cui opera una completa disamina. Dice Nigrelli: “il Piano di Zona è uno strumento usato in tutto il Paese che serve ad organizzare i servizi sociali in un ambito territoriale pluricomunale. Rivolgendosi alle fasce sociali più deboli in un momento di crisi come il nostro, costituisce per la amministrazione motivo d’orgoglio perché è stato uno dei 16 piani approvati dalla Regione Siciliana tra i 55 presentati. Dimostrando, quindi, la bontà della nostra offerta”. Dice ancora Nigrelli: “la popolazione immigrata presente all’interno del distretto è del 2% mentre raggiunge circa il 5% nel nostro Comune. Ciò dimostra come la nostra fascia di territorio, pur non essendo particolarmente ricca, risulta una meta preferita da chi proviene dai paesi extra-comunitari: questo fatto c’induce giustamente a farci carico del problema dell’accoglienza e dell’ospitalità”. Ha dichiarato la dottoressa Rubicondo: “il Piano, proprio perché concepito per rispondere alle esigenze delle categorie più deboli rappresenta un’integrazione tra i servizi sanitari e quelli sociali al di là delle strette competenze del distretto sanitario”. Il sindaco di Aidone ha sottolineato i tanti disagi che affliggono la sua comunità: “è una lotta senza quartiere che richiede il superamento di logiche strettamente campanilistiche”. L’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Barrafranca Stella Marino mette in evidenza come “nella fase di elaborazione progettuale del Piano si è sentita l’esigenza di pianificare tale strumento mettendo da parte ogni finalità prettamente politica e badando solamente alla sua utilità funzionale”. Il sindaco di Pietraperzia Caterina Bevilacqua invece ha dichiarato: “ben venga il Piano perché il Sindaco si trova spesso impossibilitato a dare concreta risoluzione ai problemi prospettati dai singoli cittadini. Mentre il Piano rappresenta, appunto, una risposta “corale” ai bisogni della collettività. Queste le parole di Lina Grillo assessore alle Politiche Sociali del Comune piazzese: “in un momento delicato della fase di bilancio, quello della spesa sociale costituisce una voce particolarmente delicata. Le 10 schede che riepilogano le azioni progettuali del piano di zona “sintetizzano ed interagiscono con le emergenze del territorio precedentemente analizzate. Aggiunge ancora: la novità di questo Piano consiste nell’aver individuato esattamente tutti i rappresentanti della solidarietà organizzata intorno ai tavoli tematici. Conclude il Francesco Galati rilevando l’aspetto altamente professionale del momento di elaborazione del Piano e come questo rappresenta un’integrazione socio-sanitaria sul piano dell’erogazione dei servizi ma anche pubblica-privata su quello dei finanziamenti.


Barcellona-Inter 1-0 ---> Inter in finale di Champions League

Una squadra di eroi che hanno dato il sangue per la causa. Così Josè Mourinho descrive la partita disputata dalla sua Inter al Camp Nou di Barcellona. Contro i blaugrana, i nerazzurri hanno perso 1-0 (dopo il 3-1 ottenuto allandata a San Siro) e sono approdati alla finalissima di Champions League 38 anni dopo l' ultima volta...clicca qui..

A scuola....

Gli insegnanti spiegano, educano, consigliano e ...rimproverano

Per favore ragazzi, un attimo di concentramento !

Professoressa, oggi la vedo raggiosa !
Non si dice raggiosa, si dice radiante ! ...clicca qui..

martedì 27 aprile 2010

Fioriglio interroga il sindaco sulla visita ispettiva da parte del ministero delle finanze e sulla chiusura dello sportello Montepaschi Serit

Spesso sono uno che bacchetta i consiglieri comunali.
Oggi però mi sento di fare un plauso a Basilio Fioriglio, uno dei più qualificati consiglieri comunali che la nostra città ha avuto negli ultimi anni.
Basilio, oltre alle sue competenze (che gli derivano anche dal lavoro che svolge) è sempre attento ai problemi della città e interpreta nel migliore dei modi l'attività ispettiva ed il ruolo di oppositore costruttivo alla giunta.
Certo non sempre ci azzecca, soprattutto quando dà giudizi affrettati sul ruolo della stampa. Dice che riportiamo notizie solo di una parte. In verità non è così perchè noi riversiamo sul blog tutto quello che ci arriva sia dalla maggioranza che dall'opposizione. Il suo problema è che non sa fare i comunicati stampa perchè ha poca dimestichezza con la tastiera del pc. E per questo se la prende con noi.

Intanto pubblichiamo due interrogazione di Basilio Fioriglio

Inaugurato il circolo legalità e sviluppo. Crocetta e Lumia "Il nostro partito non può accettare che qualcuno, consapevolmente, parli e discuta con boss mafiosi, è intollerabile alimentare questa cultura della connivenza”.

Successo di pubblico e critica all’inaugurazione ufficiale del circolo “ Legalità e Sviluppo” di Piazza Armerina, fondato dall’imprenditore Francesco Ferrara. La sede di via Generale Ciancio non è riuscita a contenere i circa duecento simpatizzanti che hanno inteso salutare la nuova iniziativa culturale e politica della cittadina dei mosaici. Testimonial dell’evento l’eurodeputato Rosario Crocetta ed il vice presidente della commissione antimafia senatore Beppe Lumia, esponenti del PD , tra i più convinti sostenitori del governo di Raffaele Lombardo.
Tra gli altri presenti in sala i consiglieri comunali Calamaio, Capizzi, Incardona e Fioriglio, il consigliere provinciale del PD di Caltanissetta Maria Grazia Bonura, numerosi amministratori comunali di Gela.
Commenta a caldo Ferrara: “ Questa iniziativa appartiene a tutti noi. Come ogni cosa intrapresa negli anni, crediamo fortemente che il dovere e diritto di chi fa impresa in ogni territorio, sia quello di impregnare eticamente, il concetto stesso d’imprenditore, asservendolo, all’arricchimento della propria comunità. E cosi’ raccogliendo il diffuso bisogno di condividere progetti di buon governo della cosa pubblica, proveniente dalla gente di Piazza, che abbiamo deciso di dar vita a questa iniziativa politica e culturale, per dar voce a tutti, per dar spazio alle richieste, alle proposte, e perché no, alle proteste dei cittadini.”
Durissimi Beppe Lumia e Rosario Crocetta sulle recenti vicende ennesi che hanno infiammato il dibattito politico delle ultime settimane: “ Il nostro partito non può accettare che qualcuno, consapevolmente, parli e discuta con boss mafiosi, è intollerabile alimentare questa cultura della connivenza. La nostra gente vuole un partito vicino ai bisogni veri e reali del territorio, senza capipolo e capicordata che da Roma fino a Piazza Armerina, decidono tutto per tutti. E’ una lotta impari, difficilissima, penso alle lobbies scatenate per evitare che si voti la riforma sulla pubblicizzazione dell’acqua in votazione all’ARS, perché ci danno tutti addosso, il PDL ufficiale che vuole andare a votare per eliminare Lombardo e parte del PD che invece con Lombardo vuole allearsi alla cieca. Noi lo sosterremo solo se rispetta l’impegno solenne sulle riforme e sempre che non sia davvero evidente un suo coinvolgimento in vicende di criminalità mafiosa”.
Raccogliendo le prime adesioni al nuovo circolo, cinquanta in poco più di un’ora, Francesco Ferrara ha chiosato: “ A breve avremo lo statuto del circolo , il calendario di apertura e chiusura e la programmazione delle attività istituzionali. Questa nuova officina politica e culturale ci appare come il modo migliore per dimostrare l’impegno che da sempre, ci lega alla nostra città, un impegno fatto di stima, di rispetto e di libertà. Utilizzeremo il pugno di ferro, denunziando fatti e vicende poco chiare e trasparenti, alzando l’asticella della legalità a dismisura, con il sostegno ed il conforto di quanti vorranno collaborarci, con l’appoggio politico, istituzionale, morale, legale di Rosario Crocetta e Beppe Lumia. Indosseremo il guanto di velluto per suggerire interventi e proposte, per valutare ed analizzare i fatti e gli atti amministrativi quotidiani di chi ci governa, per condannare quelle attività amministrative che riterremo in contrasto con i principi di sviluppo e buona amministrazione nella legalità e nella trasparenza.
Aggiunge infine Ranieri Ferrara : “ Quest’oggi celebriamo un’altra tappa, lungo il percorso avviato nel maggio dell’anno scorso, quando decidemmo di sostenere Rosario Crocetta, nella corsa trionfale per un seggio all’Europarlamento. Un cammino denso di soddisfazioni, ricordo a tutti Voi il brillante risultato ottenuto alle Primarie per l’elezione del segretario regionale del Partito Democratico, dal senatore Lumia, nella nostra città, caso unico nel panorama provinciale.”

Totò Trumino sulle Greenways: "Gli assessori regionali si sono approvati i progetti dei loro territori".

Caro Agostino,
leggo nel tuo blog il comunicato dello Staff del Sindaco: “E’ finanziabile il progetto Greenways” di Piazza Armerina!!! Bravi i progettisti, non hanno sbagliato nel redigere il progetto!!! Complimenti all'Ufficio tecnico del Comune (alcuni comuni e province hanno combinato un macello e per questo sono stati esclusi). Ti vorrei, però, raccontare nei dettagli come è andata questa tipica storia siciliana: ad oggi i soldi disponibili per il bando delle Greenways ammontano a Euro 16.500.000,00 con i quali si riescono a finanziare i primi 5 progetti: 2 della Provincia di Siracusa, 1 di Ragusa e 2 di Agrigento.
Mi chiedo: se il decreto di Giambattista Bufardeci, detto Titti (ex Sindaco di Siracusa e nato a Monterosso Almo, guarda caso in provincia di Ragusa) doveva promuovere le Greenways in Sicilia, non sarebbe stato più logico approvare un progetto per provincia? Così la mobilità dolce sul territorio siciliano sarebbe stata più dolce per tutti. Invece no!!!! L’assessore regionale Luigi Gentile (nato a Raffadali in provincia di Agrigento) ha firmato il decreto di approvazione per il finanziamento delle piste ciclabili di 15 progetti finanziabili (di cui 10 o forse 8 senza copertura finanziaria). Quindi, la solita storia degli assessori regionali che premiano il proprio territorio, non certo un’equa distribuzione dei finanziamenti sui progetti ma: 2 a Siracusa (Titti Bufardeci ex Sindaco e attuale deputato regionale), 1 a Ragusa (che investe anche la città di Monterosso Almo in cui Bufardeci è nato) e 2 ad Agrigento (provincia di cui l’assessore Gentile è deputato regionale).
Si dice, inoltre, che la Regione abbia trovato altri 7.000.000,00 di euro; questi basterebbero a finanziare altri due progetti,: quali sono i progetti che entrano nell’ulteriore finanziamento? Un altro per gli Agrigentini (e siamo a 3, !!!) ed uno a Caltagirone, (si poteva forse trascurare la terra natia del Presidente della Regione Raffaele Lombardo?) si tratta del completamento della ciclabile esistente, che, stranamente, si era fermata a San Salvatorello, a 3 Km da Caltagirone.

Ora, caro Agostino, per completare tutte le altre 10 o 8 opere, occorrerebbero almeno altri 25 milioni di Euro…

Purtroppo, non basterà lo sforzo del nostro caro Sindaco, che ringrazio pubblicamente, il quale ha preannunciato la sua intenzione di recarsi a Palermo per verificare l’attribuzione dei punteggi al progetto del Comune di Piazza, ma, se si vorrà raggiungere lo scopo, occorrerà l’impegno comune di tutte le forze politiche provinciali.
Da parte nostra, il prossimo 16 maggio, riproporremo la sperimentata Giornata nazionale delle Ferrovie dimenticate “La Via dello Zolfo, a Piducchiusa”, tenendo alta la guardia e l’interesse sul nostro territorio….
Con stima, il Presidente dell’Associazione FIAB, “I Vispi Siciliani”.

Totò Trumino.

Ho cercato Dio

Ho cercato Dio
con la mia lampada così brillante
che tutti me la invidiavano.

Ho cercato Dio negli altri.
Ho cercato Dio
nelle piccolissime tane dei topi.
Ho cercato Dio nelle biblioteche.

Ho cercato Dio nelle università.
Ho cercato Dio
col telescopio e con microscopio.

Finchè mi accorsi che
avevo dimenticato quello che cercavo.
Allora, spegnendo la mia lampada,
gettai le chiavi, e mi misi a piangere...
e subito, la Sua Luce fu in me...

Angelus Silesius
font: http://sofiluisa.spaces.live.com/blog/cns!FD36AC531894928E!2641.entry

Cartelli stradali "impazziti"

Artisti di tutto il mondo disegnano falsi segnali stradali e Lione, in Francia, diventa una enorme mostra a cielo aperto...clicca qui...

Pink Floyd - I Wish You Were Here

Clicca qui per il video

lunedì 26 aprile 2010

E' finanziabile il progetto Greenways

Comunicato stampa
Piazza, 26 aprile 2010
C’è anche la pista ciclabile presentata dal Comune di Piazza Armerina e che unisce la città con Caltagirone nell’elenco dei progetti delle Greenways approvato dalla Regione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 aprile.
Il progetto, denominato, “Green way extraurbana dedicata “Parco lineare” sul sedime ex linea ferrata a scart. ridotto Caltagirone – P.zza Armerina – Dittaino” è dichiarato finanziabile per € 3.294.073,53 e ha ricevuto un punteggio di 67,00 che lo colloca all’11° posto.
La graduatoria è provvisoria e distribuisce oltre 45 milioni di euro attinti da Agenda 2007, 16 dei quali subito disponibili.
“Allo stato attuale le somme consentono la immediata realizzazione dei primi 5 progetti – informa il Sindaco Nigrelli – che sono distribuiti tra il sud-est e la provincia di Agrigento. Tuttavia già nei prossimi mesi dovrebbero essere pronti altri 7 milioni e a seguire i rimanenti 22. Sono dunque fiducioso che il finanziamento venga effettivamente trasferito al Comune.
In ogni caso, in settimana andremo a visionare la graduatoria per verificare s’è stato qualche problema nell’attribuzione del punteggio”
La green way del Comune di Piazza vede il piano S. Ippolito come terminale della tratta che raggiunge il confine con il comune di S. Michele di Ganzeria, dove la pista ciclabile è già realizzata. Essa è in stretta relazione con l’analogo progetto del comune di Caltagirone che è al settimo posto della graduatoria e con quello della provincia regionale di Enna che è al nono posto.”
Ufficio si Staff

Danza lenta

Questa poesia è stata scritta da una adolescente malata terminale di cancro. Vuole vedere quante persone la leggeranno. La poesia dice abbastanza...clicca qui..

Primo trofeo di Kart domenica prossima in piazza Falcone e Borsellino

Primo trofeo Quadrifoglio a Piazza Armerina. Ritorna la passione per i motori in particolare per il Kart. In piazza Falcone e Borsellino, domenica prossima, saranno i motori ad essere protagonisti.
La manifestazione patrocinata dal Comune di Piazza Armerina con affiliazione ed autorizzazione da parte dell'ACI-CSAI (organo federale dell'automobilismo), FIK (federazione italiana karting), CONI-Libertas.
"Dopo tanti anni ritona a Piazza Armerina la passione motoristica grazie all'iniziativa dell'Associazione Quadrifogliokartingsport, si potrà così finalmente assistere alla esibizione di varie categorie di kart" ci spiega sapere Il presidente Claudio Nicotra, l' iniziativa – continua il presidente dell’Associazione - nasce con lo scopo di avvicinare i giovani al mondo delle competizioni motoristiche, cosa alquanto sconosciuta nella nostra cittadina.”
Lo staff del’associazione piazzese di Kart ricorda che sono aperte le iscrizioni a numero chiuso per i corsi di pilotaggio a partire da sei anni.
Soddisfazione da parte di Claudio Nicotra per le tante richieste da parte dei giovani e per il successo che ha determinato nella cittadina, ed un augurio che questo possa essere solo un inizio.

domenica 25 aprile 2010

Sospeso il pagamento dei gettoni di presenza alla conferenza dei capigruppo. Si valuta un quesito alla corte dei Conti.

Riceviamo e pubblichiamo dalla dottoressa Carolina Ferro, segretario generale del comune di Piazza Armerina.
__________________________________________

Sig. Agostino Sella,


considerato che Lei stesso ha ammesso di non avere gli strumenti per interpretare ed applicare le norme mi sembra doveroso sottolineare, ancora una volta, che le questioni interne vengano affrontate e risolte nelle sedi opportune.

I consiglieri tutti sono consapevoli che gli uffici elimineranno ogni sorta di irregolarità nella corresponsione del gettone di presenza e visto che Lei è a conoscenza di un deliberazione della Corte dei Conti- sezione consultiva – si sta valutando di sottoporre, per il caso Piazza armerina, un quesito alla Corte dei Conti della Regione Sicilia, sezione consultiva.

Nelle more l’ufficio, prudenzialmente, non liquiderà il gettone di presenza riferito alle sedute della Conferenza dei capigruppo.

Tutto ciò non significa che si vuole sfuggire alle proprie responsabilità, tutt’altro se a formulare il quesito è stato un Sindaco di un comune di più grandi dimensioni, dove sicuramente c’è una classe dirigente preparata, è perché si ripone maggiore fiducia nell’autorevolezza della Corte dei Conti, quale organo terzo ed imparziale, evitando così ogni sorta di conflittualità interna che certamente nuoce al buon andamento degli uffici e dei rapporti con i signori consiglieri, che spesso si assumono responsabilità amministrative di notevole rilievo.

Con la presente La invito a non richiedere più il mio intervento per questioni che debbono essere affrontate con senso di collegialità e collaborazione dei funzionari che rendono i pareri di regolarità tecnica e contabile negli atti amministrativi.

Le ricordo infine che sulla base dell’articolo 97,comma 2 del TUEL il segretario comunale ha funzioni di assistenza e di collaborazione ma non rende pareri di regolarità tecnica né contabile, ma solo di conformità dell’azione amministrativa alla legge, allo statuto e regolamenti comunali nei confronti degli organi dell’ENTE e non a terzi. Appartiene ad un metodo vecchio e tramontato porre l’uno contro l’altro, i funzionari competenti a rendere i pareri sapranno affrontare la questione.

Concludo riflettendo che non è facile rimuovere consuetudini all’interno dell’Ente che sono consolidate da decenni, il regolamento di funzionamento del Consiglio , pur essendo stato modificato nel 2000 e 2002 risale al 1994, così come ogni altra situazione simile che si riscontra nella organizzazione dell’Ente. Ci sono comportamenti consolidati da anni ed occorre un po’ di pazienza anche quella Sua per ricondurli al rispetto delle norme.

Non mi dilungo ma sul tema potrei relazionare su molte questioni, la ghigliottina rievoca un momento storico che ha visto l’affermazione di principi universali, ma la classe dirigente deve tecnicamente utilizzare metodi e sistemi fondati principalmente sulla condivisione del cambiamento.

E’ per questa ragione che sembra non si stia facendo nulla, a dire di qualche consigliere, sul fronte del miglioramento della organizzazione interna, invece, c’è grande attenzione dell’amministrazione e del Segretario generale, purtroppo non possiamo fare né feriti né morti ma dobbiamo cambiare in meglio e con gradualità, migliorando quello che abbiamo ereditato.

Il Segretario Generale

Dott.ssa Carolina Ferro

Il messaggio del vescovo in occasione della giornata contro la pedofilia che si celebra oggi 25 aprile.

MESSAGGIO

PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA DEI BAMBINI VITTIME DELLA VIOLENZA, DELLO SFRUTTAMENTO, DELL’INDIFFERENZA

25 Aprile 2010

In occasione della Giornata della Memoria dei Bambini vittime della violenza dello sfruttamento e dell’indifferenza e contro la pedofilia, promossa da 14 anni dalla benemerita associazione Meter, desidero assicurare la mia compartecipazione a tutte le iniziative di preghiera e di azione che si terranno dal 25 aprile alla prima domenica di maggio.

Mi auguro che la celebrazione di questa giornata possa sollecitare una maggiore attenzione e un intenso impegno nella pastorale ordinaria della Chiesa a favore dei bambini.
Il tema scelto quest’anno “Povertà e minori. Responsabilità condivise” è di una grande attualità. Gli abusi e le violenze nei confronti dei minori dipendono spesso dall’estrema povertà di tante famiglie anche della nostra società e dalla povertà spirituale , morale ed affettiva di persone ricche schiave dell’idolo del sesso e del denaro che diventano corruttori e sfruttatori di bambini innocenti.
Dobbiamo ricordare sempre le parole di Gesù nel Vangelo: "Se uno accoglie un solo bambino come questo nel mio nome, accoglie me. Ma se uno sarà di scandalo a uno di questi piccoli che credono in me, è meglio per lui che gli sia legata al collo una mola da asino e sia precipitato nel fondo del mare".
La violenza sui bambini è un peccato contro Dio e un grave reato che richiede azioni concrete affinché non accadano mai più atti così esecrabili.
Come ha affermato Benedetto XVI, a cui va la nostra profonda solidarietà per i pretestuosi attacchi al suo fermo e illuminato atteggiamento nel denunciare la pedofilia , questo peccato scandaloso, che tradisce il patto di fiducia inscritto nel rapporto educativo, acquista una gravità ancora maggiore se commesso da una persona consacrata ed è un reato che, accertata la verità dei fatti, bisogna denunziare senza tentennamenti e minimizzazioni collaborando con le autorità costituite nel reprimerlo.
Mi associo al Consiglio Permanente della CEI nell’esprimere sgomento per l'infanzia violata e per riaffermare la vicinanza alle vittime di abusi e ai loro famigliari. La misericordia verso quanti hanno sbagliato implica da parte loro il sottomettersi alle esigenze della giustizia umana e il rispondere davanti a Dio del loro grave peccato.
Mentre esprimo riconoscenza all’associazione Meter per l’impegno continuo per prevenire e denunziare simili delitti invito le famiglie, la scuola, la società civile, i mezzi di comunicazione sociale, le comunità ecclesiali a riflettere su alcuni aspetti negativi della nostra società e ad aprirsi all’accoglienza e al rispetto della vita e dei diritti soprattutto dei minori.
Vi invito a pregare particolarmente per Giuseppe e Andrea, i due bambini di Gela annegati dalla madre in preda alla disperazione e per tutti gli innocenti uccisi e violentati ma anche per i loro assassini e violentatori perché trovino la strada di una profonda conversione e della riparazione, per quanto è umanamente possibile, del male fatto.
La preghiera deve tradursi in impegno quotidiano di accoglienza, di aiuto, di servizio a favore di tutti i bambini del mondo, nella certezza che ciò che avremo fatto per questi "piccoli" lo avremo fatto a Gesù.
Vi benedico nel Signore.
+ Michele Pennisi
Vescovo di Piazza Armerina

sabato 24 aprile 2010

Il libro della giungla - Lo stretto indispensabile

Ti bastan poche briciole, lo stretto indispensabile,
e i tuoi malanni puoi dimenticar.
In fondo, basta il minimo, sapessi quanto è facile
trovar quel po' che occorre per campar...clicca qui..

Domani inaugurazione del circolo sviluppo e legalità. Parla Ranieri Ferrara, sul PD e sulla giunta Nigrelli.

Salvatore Principato, maestro piazzese antifascista, ucciso a piazzale Loreto nel 1944.

Aldo Libertino. "La strada che porta a Piazza Vecchia, nonostante domani ci sia la processione, è per metà piena di gramigne".

Riceviamo e pubblichiamo da Aldo Libertino.
Non è possibile che ancora oggi, nonostante domani Maria Santissima delle Vittorie dalla chiesa di Piazza Vecchia, sua sede naturale, si trasferisca con una processione a Piazza Armerina presso la chiesa degli Angeli, la strada che porta santuario sia per metà diserbata e metà ancora piena di erbacce e gramigne.
Capisco che gli impegni degll’assessore al verde e della giunta siano gravosi, ma occore portare rispetto alla nostra Patrona a partire da queste cose e non soltanto fare passerella dietro le processioni cittadine.
Per questo faccio appello all'amministrazione affinchè immediatamente proceda alla diserbatura e pulitura della strada, che da domani sarà piena di fedeli che vorranno pregare ed onorare la nostra patrona.

Aldo Libertino

Innocenzo Di Carlo. "Soddisfatto per il centro trasfusionale". Poi da una stoccata al centrodestra "Qualcuno ha fatto propaganda"

Riceviamo e pubblichiamo
“Siamo soddisfatti per essere riusciti ad evitare che quanto previsto dal piano di riordino e rifunzionalizzazione della rete trasfusionale regionale, potesse attuarsi a scapito del Servizio Trasfusionale dell’ospedale di Piazza Armerina” dice l’Assessore alla Sanità Innocenzo Di Carlo. “Dall’esame del piano era emerso un incomprensibile declassamento del Servizio Trasfusionale di Piazza Armerina. Questo avrebbe comportato l’impossibilità di eseguire esami immunoematologici, con ovvie ripercussioni negative sulla funzionalità dei reparti ospedalieri e quindi sull’assistenza sanitaria ai cittadini. Faccio notare, continua l’assessore Di Carlo, che i dati di attività del servizio trasfusionale, sono di indiscussa rilevanza. Basti pensare, solo a titolo di esempio, che al Servizio afferiscono ben otto associazioni di donatori di sangue, con una raccolta di sangue intero di 2300 unità nel 2009 . Mi avrebbe fatto piacere ma, so di pretendere troppo, che qualche esponente politico del centrodestra, invece che dare meriti esclusivi al suo partito o a qualche deputato, lasciasse da parte la propaganda e per un atto di correttezza desse la giusta informazione ai cittadini, spiegando ad esempio chi ha preso atto di quello che stava per succedere; chi ha preventivamente informato gli operatori del servizio e si è subito fatto carico di un immediato intervento politico”.

E’ proprio per il senso di correttezza che ci contraddistingue, conclude l’Assessore Di Carlo, che voglio ringraziare tutte le forze politiche di governo e di opposizione che si sono prodigate in sede di Commissione Sanità per dare giusto riconoscimento all’attività del Servizio Trasfusionale che è da considerare uno dei punti di forza del nostro Ospedale”.

REGOLE DI SOPRAVVIVENZA TRA I BANCHI DI SCUOLA

Maggio, ultimo mese di scuola, e poi finalmente vacanza! Già, ma dall'estate ci separa ancora un mese di compiti e verifiche, quelli decisivi, i più pesanti, i più difficili, i più noiosi, perchè da quelli dipenderà il voto finale, si.....clicca qui...

venerdì 23 aprile 2010

A Gela donna esasperata uccide i suoi due figli annegandoli nel mare di Manfria.

da http://www.lasicilia.it/

"Venite a prendermi ho ucciso i miei figli"
GELA (CALTANISSETTA) - "Venite a prendermi ho ucciso i miei bambini". Cosi Vanessa Lo Porto, 30 anni, ha informato i carabinieri di avere appena assassinato i suoi due figli, Rosario, di nove anni, e Andrea Pio, di due. La donna ha chiamato il 112 con il suo cellulare dopo avere tentato il suicidio sulla spiaggia di Torre di Manfria, una località balneare tra Gela e Licata.
Secondo la ricostruzione degli investigatori Vanessa Lo Porto prima ha affogato i suoi figli in mare, poi è riuscita faticosamente a riguadagnare la riva e a telefonare ai carabinieri. La donna, che è in stato di choc, in questo momento è piantonata dai carabinieri nell'ospedale Vittorio Emanuele di Gela con l'accusa di duplice omicidio aggravato.
Il marito con il quale si era da poco separata, Marco D'Augusta, un operaio di 42 anni, non è stato ancora rintracciato dagli investigatori. Intanto proseguono in mare le ricerche del corpo del fratellino minore, Andrea Pio, mentre il cadavere di Rosario, che era affetto da autismo, è già stato recuperato.
Vanessa Lo Porto avrebbe compiuto il gesto a causa della separazione dal marito avvenuta sei mesi fa. La donna è stata arrestata per duplice omicidio ed è piantonata all'ospedale di Gela. Le indagini sono coordinate dal pm Monia Di Marco. Nell'area della tragedia due motovedette e un elicottero della Guardia costiera stanno continuando le ricerche, estese in un raggio di dieci chilometri, per trovare il piccolo Andrea Pio.
La donna sarebbe giunta con la propria auto in contrada Manfria, a Gela. La spiaggia dove è avvenuta la tragedia si trova a sei chilometri dall'abitato, in direzione di Licata. Sul posto continuano le ricerche di uno dei due bambini, il più piccolo, due anni; il corpo del fratellino di nove è stato già recuperato in acqua. Le operazioni sono condotte da vigili del fuoco, carabinieri e polizia.
Una settimana fa, il 16 aprile, aveva lasciato un messaggio nella sua pagina di Facebook, scrivendo che "Quando non si può tornare indietro, bisogna soltanto preoccuparsi del modo migliore di andare avanti. Non si può scegliere come sentirsi, ma si può fare sempre qualcosa per cercare di stare meglio possibile". Quello del 16 aprile è l'ultimo messaggio lasciato sulla bacheca personale del social network.
 
La pagina di facebook di Vanessa Lo Porto
http://www.facebook.com/home.php?#!/profile.php?id=100000771817254&v=wall&ref=search

Gli avvenimenti del 25 aprile a Piazza Armerina.

La giornata del 25 aprile a Piazza Armerina sarà particolarmente densa di avvenimenti

La mattina la processione che porta la Madonna da Piazza vecchia alla chiesa degli Angeli
Il pomeriggio alle 0re 17 00 nella Sala delle Luci il prof. Lorenzo Zaccone donerà alla Città di Piazza Armerina un bellissimo ritratto di nobildonna dipinto nel 1890 dal pittore Giuseppe Paladino, perchè possa essere esposto nella Pinacoteca comunale.
Alle 18.00 scopertura della nuova targa in via Salvatore Principato nei pressi dell'hotel Villa Romana
Alle 18.30 presso il centro espositivo Monte Prestami, inaugurazione della mostra Salvatore Principato maestro antifascista in cui, per la prima volta, viene ricostruita la vicenda del maestro piazzese fucilato nel 1944 a piazzale Loreto

Offerte di lavoro per chi non ha voglia di salire sui tetti. ARAI...

OPPORTUNITA’ LAVORATIVE

MARAGU' ANIMAZIONE cerca a Catania 100 animatori turistici, si richiede licenza media, senza esperienza. Info: http://www.infojobs.it/oferta/pOferta.ij?job=099A9C15-2219-5404-B078A1ACA08CB4D8
OBIETTIVO LAVORO cerca a Catania 1 conduttore carrelli elevatori retratteli, si richiede licenza media ed un anno di esperienza. Info: http://www.infojobs.it/oferta/pOferta.ij?job=1AD9F150-3048-32C3-2EEB60B2E6FD0A22

Tiro al bersaglio delle infermiere

A proposito di ospedale...due infermiere si lanciano yogurt e frutta in un'improvvisata battaglia di cibo che sta facendo molto parlare nel Regno Unito. ..clicca qui..

Uomini e lavatrici

Gli uomini sono troppo forti --> Un giorno, mio marito, "uomo-di-casa", decide di lavare il suo completo da calcio. Qualche secondo dopo essere entrato nella lavanderia, grida: ..clicca qui..

giovedì 22 aprile 2010

Lantieri, Mattia e Tudisco comunicano lavori per la provinciale 98

Nota degli Assessori Provinciali
Gli Assessori Provinciali Luisa Lantieri, Giuseppe Mattia e Fabrizio Tudisco rendono noto che in data odierna sono iniziati i lavori presso la Strada Provinciale 98, conosciuta anche come “ex turistica, o Piazza Armerina-Enna, bivio Ramata”. Come è noto, la suddetta arteria provinciale era interessata da una frana molto pericolosa e costituiva un disagio notevole per i numerosi cittadini, soprattutto armerini, che quotidianamente la percorrevano per recarsi nel capoluogo. I lavori per riportare la viabilità in condizioni di sicurezza si concluderanno, come previsto, nell’arco di pochi giorni.

Un contributo regionale di 40 mila euro per attività di studio e gestionali nella riserva di Pergusa.

Nota fatta pervenire da Giuseppe Mattia assessore alle aree naturali protette.


In seguito alla richiesta effettuata dalla Provincia Regionale di Enna, è stato assegnato un contributo di € 40.000,00 da parte della Regione Siciliana per la gestione della R.N.S. Lago di Pergusa per l’anno 2010.
Tale contributo è coerente con le priorità contenute nella Relazione programmatica che annualmente l’ufficio preposto alla gestione della riserva redige, al fine di ottenere fondi da destinare alla realizzazione degli interventi strategici da attuare all’interno del territorio della riserva pergusina. In particolare, l’impiego di questa somma sarà finalizzato alla continuazione del Monitoraggio dell’Avifauna da parte della Sezione di inanellamento dell’Università di Palermo ed al decespugliamento e misure antincendio del compendio immobiliare di Villa Zagaria.
A darne notizia è l’Assessore al Territorio Giuseppe Mattia in seguito alla comunicazione ufficiale ricevuta da parte dell’Assessore Regionale al Territorio.
Adesso Il Servizio di Pianificazione del territorio del Settore VIII ha già predisposto lo schema di deliberazione ed il progetto esecutivo per avere l’accreditamento delle somme finanziate.
Nota di soddisfazione di Giuseppe Mattia il quale elogia la puntualità e la professionalità degli uffici dell’ottavo settore giudati dall’ing Giuseppe Colaianni, i quali permettono con il loro impegno assiduo, di intercettare finanziamenti esterni al bilancio provinciale povero di risorse interne. Non si può negare la disponibilità dell’assessore regionale Roberto Di Mauro il quale ha riconosciuto la necessità di un suo supporto alla provincia regionale di enna la quale ha tante competenze ma risorse limitate. Si precisa che negli anni passati questo contributo dell’assessorato regionale territorio ambiente si è limitato a somme inferiori a 10.000 euro.

Fischio di ammirazione di Valeria Chieregatti

Alberta è una donna di cinquant’anni, sposata e madre di cinque figli, solare ed affascinante.Ogni giorno percorre in bicicletta lo stesso tratto di strada per andare a fare la spesa ed un giorno, all’improvviso,..clicca qui...

Parte il progetto Ceprocon “Consorzio Etico tra Produttori e Consumatori"

Piazza, 22 aprile 2010

Comunicato Stampa
Il Settore Attività Produttive del Comune di Piazza Armerina avvia il progetto CEPROCON “Consorzio Etico Tra Produttori e Consumatori”.
Lo scopo è quello di realizzare una interfiliera agroalimentare corta per vendere direttamente a tutti i consumatori il paniere di prodotti tipici e di qualità del territorio.
Ogni produttore agricolo, associazione di produttori e consumatori, operatori commerciali, artigiani, scuole e altri soggetti interessati, potranno partecipare al progetto nella veste di soci del consorzio, attraverso la compilazione di un’apposita scheda di manifestazione di interesse da ritirare, compilare e consegnare al Settore Attività Produttive e Sviluppo Economico del Comune.
Il prossimo 30 Aprile è previsto un incontro al quale potranno partecipare gli interessati alla presentazione del progetto e che si terrà presso la Sala Espositiva Monte Prestami alle 18.00.
Staff del Sindaco

Conferenza della chiesa avventista sull'ecumenismo.Sabato 24 aprile - 17.30

mercoledì 21 aprile 2010

La festa del 3 di maggio. Programma del comune. Anche i giochi pirotecnici

Tra le tradizioni popolari religiose e turistiche, la Città di Piazza Armerina annovera la “Festa del 3 Maggio” o di “Maria SS. di Piazza Vecchia”.

Essa ha origini molto antiche: fra storia e leggenda si narra che nei pressi dell’odierno Santuario di Piazza Vecchia, intorno al 1348, fu ritrovata l’effige della Madonna delle Vittorie, Patrona della città e della Diocesi di Piazza Armerina. Ogni anno, l’ultima domenica di aprile una copia della sacra icona di Maria SS. delle Vittorie, viene portata in processionae dal Santuario di Piazza Vecchia fino alla Chiesa degli Angeli Custodi, nello storico quartiere Monte, per essere venerata da tutti i fedeli e poi riportata indietro giorno 3 Maggio, giorno di festa, dove tra giochi popolari, degustazioni e spettacoli, la sacra immagine rientra al Santuario.
Tale evento è particolarmente sentito da tutta la comunità piazzese ed è tramandato di generazione in generazione.
L’Amministrazione Comunale anche quest’anno ha predisposto un programma di festeggiamenti che, oltre alle cerimonie religiose, prevede la presenza di gruppi musicali, di un cabarettista e lo svolgimento di giochi popolari.
In allegato il file del programma dettagliato dei festeggiamenti in onore di Maria SS. di Piazza Vecchia.
L’Assessore alle Feste e Tradizioni
Calogero Cimino
_______________________________________________________________________
ECCO IL PROGRAMMA

Finanziato il primo dei due progetti del Comune per la riqualificazione del quartiere Itria. Per avere le somme il Comune entro sessanta giorni dovrà presentare un progetto esecutivo cantierabile.

Pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 16 aprile il decreto che finanzia “Interventi per il miglioramento dell’assetto idrogeologico” e “Interventi di messa in sicurezza delle aree interessate dai fenomeni di dissesto” con i fondi europei del POR FESR Sicilia 2007/2013 .
Al ventiduesimo posto, in posizione utile per il finanziamento, è collocato il progetto di Risanamento idrogeologico del quartiere Itria la cui scheda era stata elaborata dall’Ufficio di Protezione civile diretto dall’ing. Walter Procaccianti in occasione della pubblicazione nella Gazzetta del 20 luglio 2009, di un invito a manifestazione di interesse per la costituzione di un parco progetti regionale volto alla mitigazione del rischio idrogeologico e inviata a settembre.
Il progetto prevede una serie di interventi di consolidamento lungo i fabbricati di via Itria, tra il Piano Capodarso e la chiesa dell’Itria e in cortile Arena e via Cannizzo la demolizione di parte dei fabbricati interessati dai crolli del 1981, con successiva realizzazione di un’area di verde attrezzato.
Complessivamente i lavori ammonteranno a circa 700 mila euro, mentre il finanziamento complessivo è pari a 1.130.000 euro.
Il progetto affronta uno dei temi più delicati nel centro storico di Piazza, quello dell’area prossima alla centralissima piazza Garibaldi che, negli ultimi 25 anni è stata funestata da numerosi eventi calamitosi.
Nel 1981 fu necessario ordinare lo sgombero, divenuto definitivo, a numerose famiglia; successivamente altre frane si verificarono nel 1995 e nel 2001 e nel dicembre 2007 il crollo parziale della chiesa dell’Itria. L’area presenta dunque numerosi problemi idrogeologici al punto che nel settembre 2008 il Comune ne ha chiesto l’inserimento nell’elenco regionale delle aree a rischio idrogeologico, premessa per il finanziamento ora accordato.
«Il grande sforzo di progettazione che abbiamo chiesto ai settori tecnici del Comune, Lavori Pubblici e Protezione civile fin dal nostro insediamento, comincia a dare i suoi frutti. L’inserimento del primo progetto dell’Itria tra quelli che andranno a finanziamento se presenteremo l’esecutivo entro due mesi è motivo di grande soddisfazione – ha affermato il Sindaco – perché aggiungiamo un altro importante tassello alla strategia di recupero del centro storico non solo come luogo per i turisti, ma come luogo della residenza e dei servizi ad essa connessi.
Tenevamo molto a questo progetto e lo abbiamo seguito settimanalmente presso gli Uffici dell’assessorato investendo anche l’on. Elio Galvagno del compito di vigilare perché esso venisse correttamente valutato.»
«Con questi lavori creiamo le premesse per una totale riqualificazione di una parte importante del centro storico alla quale contribuirà la ricostruzione della chiesa dell’Itria, il cui progetto verrà realizzato per conto della Diocesi, dalla Soprintendenza e dal genio civile, e un secondo progetto che il Comune ha presentato per realizzare parcheggi e collegarli attraverso un ascensore pubblico con piazza Garibaldi - spiega l’assessore alla Politiche del territorio Gaetano Guccio che nei giorni scorsi ha riunito tutti i soggetti interessati.
I tecnici della protezione civile del Comune sono già al lavoro – aggiunge. Nei prossimi giorni saranno affiancati da supporti specialistici esterni per redigere il progetto esecutivo nei tempi assegnati.»
«Non è l’unica buona notizia che potremo dare ai cittadini di Piazza in questi giorni – anticipa il Sindaco Nigrelli. Cominciamo a raccogliere i frutti di quasi due anni di duro lavoro nell’interesse della città e per l’attuazione del programma elettorale.»

Due date per celebrare la giornata mondiale del libro a Piazza Armerina

L’Assessorato alla Pubblica istruzione di Piazza, guidato dal Dott. Innocenzo di Carlo, di concerto con il Direttore della Biblioteca Dott. Angelo Mela e il consiglio di biblioteca riunito, per l’occasione organizzano e promuovono due giornate di visite guidate alla Biblioteca Comunale per il 22 e il 23 aprile.
Giorno 22 aprile la Dott.ssa Eleonora Giampiccolo, componente del consiglio di biblioteca ed Archeologa, esporrà agli allievi i reperti di epoca greca e romana in mostra nel piccolo antiquarium della Biblioteca e l’importanza della numismatica nell’antichità.
Durante i due giorni di visita il Vice Presidente del Consiglio di Biblioteca, Filippo Acquachiara, conoscitore del patrimonio bibliografico, con particolare riferimento a quello antico custodito in biblioteca e dei documenti dell’archivio storico comunale, illustrerà agli studenti l’importanza del patrimonio librario ed archivistico e Il poeta Pino Testa reciterà alcune sue poesie in dialetto.
Le scuole Superiori potranno prenotare la visita per telefono al n. 0935-686177 o per e.mail all’indirizzo biblioteca@comunepiazzaarmerina.it.
Le visite saranno organizzate a rotazione per le varie scuole secondo apposito calendario di modo che i ragazzi possano seguire ed apprezzare pienamente i contenuti illustrati.

Staff del Sindaco

I disabili Erei battono i campioni d'Italia dell'Augusta.

Piazza Armerina. A.S.D. Polisportiva disabili Erei Onlus della città dei mosaici allenata da mister Alessandro Maurizio si conferma una delle più forti compagini di calcio a 5 d'Italia. Uno staff di tutto rispetto che ha sbaragliato gli avversari fino a battere i campioni d’Italia della scorsa stagione sportiva, ossia la Nuova Augusta con il risultato di 4 a 3. Con questa vittoria la squadra di Alessandro Maurizio ha vinto il titolo di campione siciliano, massimo campionato della Fisdir (federazione italiana sport disabilità), e conquistando il diritto a partecipare alla fase finale del campionato di calcio a 5 che si disputerà a Tortona. La società capeggiata dalla dott.sa Lusielle Madia, neuropsichiatra infantile dell’A.S.P. di Enna, ha anche partecipato ai vari campionati regionali e nazionali di nuoto, atletica leggera, e calcio a 5, ottenendo ottimi risultati. Questi gli atleti che hanno battuto i campioni d’Italia: Luigi Lo Bartolo, Francesco Scevola, Carmelo Messina, Vincenzo Gagliano, Ivan Golino, Denim Gioia ed il velocissimo Walter Grillo. Dice Luisella Madia “devo ringraziare per la disponibilità l’assessore alle politiche sportive Giuseppe Di Prima che ci è sempre vicino in ogni iniziativa. Il ruolo delle amministrazioni locali a sostegno di questi giovani svantaggiati è veramente importante”. Altre ad aver partecipato ai campionati di calcio a 5 la polisportiva Erei onlus è intervenuta come protagonista a tante altre manifestazione come i campionati italiani di atletica leggera di Foggia dove ha vinto i 1500 metri piani. Inoltre, la società polisportiva disabili Erei ha organizzato per il secondo anno consecutivo il campionato regionale di nuoto a Enna il 18 aprile che ha visto la partecipazione di ragazzi disabili provenienti da tutte le province della Sicilia e con la partecipazione di oltre 100 atleti diversamente abili. Anche in questa occasione la società della dott.ssa Luisella Madia ha riportato ottimi risultati conquistando diversi primi posti nelle varie categorie.
Agostino Sella

Le storiche gaffe di Mike

« Amici ascoltatori, allegria! » ..clicca qui...

L’ Ospedale “ M. Chiello “ di Piazza Armerina Manterrà il proprio Centro Trasfusionale

Nota pervenuta dalla staff di Giuseppe Mattia
L’ Onorevole Paolo Colianni, deputato regionale del MPA di Raffaele Lombardo, dopo la riunione della commissione sanità occorsa stamani, comunica con vivo compiacimento che la struttura del Centro Trasfusionale di Piazza Armerina rimarrà aperta in tutte le sue funzioni per espletare al meglio i servizi erogati fino ad oggi a tutti coloro che per via delle notevoli malattie ematiche ne hanno avuto prettamente bisogno. Giuseppe Mattia a nome del Mpa di Piazza Armerina compiaciuto del risultato raggiunto grazie al minuzioso e preciso lavoro svolto dall’ onorevole, in concertazione con il Sig. Cancarè referente dell’ Avis Comunale di Piazza Armerina e del Dott. Barbera Dirigente Medico del Centro Trasfusionale dell’ Ospedale Chiello, esclama che ancora una volta la sinergia e la costante presenza del territorio ha portato ad un’altro importante successo sulla sanità Locale, a discapito di tutti coloro che strumentalmente attaccano in maniera sconsiderata una delle più grandi riforme che il governo Regionale sta attuando nella storia della legislatura del Presidente Lombardo. Perviene inoltre con vivo interesse dalle parole dell’Onorevole Colianni che era un ingiustizia penalizzare una struttura che fino ad oggi è stata un fiore all’ occhiello a livello Regionale nel suo settore, considerato anche che riesce, nonostante il personale ridotto a lavorare il maggior numero di unità di sangue dell’ intero territorio Provinciale rispetto alle altre strutture presenti all’ interno di tale territorio. Si apprende inoltre che viste i traguardi raggiunti si è ben pensato di elevare la struttura trasfusionale del “ M. Chiello “ ad una struttura di secondo livello classificandola A + B, rendendola paritetica della struttura presente all’ “ Umbero I° “ di Enna, ciò permetterà al nosocomio di Piazza Armerina di poter operare i regime d’ urgenza visto che sarà possibile tipizzare e crociare le unità si sangue per il reparto operatorio e di poter assolvere in maniera egregia e precisa alla lavorazione delle molteplici unità di sangue che pervengono dai volontari afferenti alle associazioni di Volontariato come l’Avis di Piazza Armerina.

FESTA DEL LIBRO: DA MARTEDI’ PROSSIMO, 20 APRILE, APPUNTAMENTI DEDICATI ALLA LETTURA PER BAMBINI

Al via martedì, 20 aprile, la Festa del Libro e della Lettura in programma fino al 30 aprile prossimo organizzata dal Comune di Enna, dal 2° Circolo Santa Chiara, 4° Circolo Neglia, dalle scuole secondarie di I grado G. Pascoli e N. Savarese, in collaborazione con il club Unesco di Enna, la biblioteca comunale, la mediateca LaCasadiGiufà, la Soprintendenza ai Beni Culturali, la società Dante Alighieri l’associazione la Rupe, gli Editori che hanno aderito all'’iniziativa/l’associazione librai di Enna l’associazione I putiari, la libreria città Aperta, l’Avo, il reparto Pediatria e Otorino dell’Ospedale di Enna...clicca qui...

martedì 20 aprile 2010

Enzo Conti sul circolo "Sviluppo e legalità"

Caro Agostino,
non sono un pidiessino per il semplice motivo che la sinistra, quando ha governato a Roma, a Palermo, a Piazza Armerina, non ha per niente dato prova di governare meglio della destra di mister Berlusconi. Ma andrò a sentire con curiosità mista a scetticismo e pregiudizio cosa si dirà al Circolo di Francesco Ferrara (l'unico imprenditore che da lavoro a Piazza Armerina) per il semplice motivo che i termini sviluppo e legalità mi interessano e guarda caso sono le due grandi cose di cui ha tanto, tanto bisogno la nostra Città per dare un futuro ai nostri figli.
Poi ti farò sapere
Enzo Conti

Artisti piazzesi. I Controcorrente in "Senza di te"

Chi era Salvatore Principato

Piazza Armerina, 19 aprile 2010

COMUNICATO STAMPA
Piazza Armerina, per il 65° anniversario della Liberazione, ricorda la figura di Salvatore Principato “maestro antifascista”.
Il 25 aprile prossimo, per ricordare la figura del concittadino martire del fascismo Salvatore Principato, l’amministrazione comunale di Piazza con una cerimonia rinnoverà le targhe delle via ad esso dedicata.
Nella stessa giornata, alle 18.30, presso il centro espositivo "Monte Prestami", sarà inaugurata la mostra documentaria su Salvatore Principato patrocinata dal'Amministrazione Comunale, in collaborazione con l'Università Popolare del Tempo Libero "I.Nigrelli". La mostra si potra visitare dal 25 aprile al 16 maggio.

Che tumpulata!!! Troppo divertente

Tomislav Bosec, attaccante della squadra croata Inter Zapresic, ricorderà a lungo il goal che ha permesso alla sua formazione di battere, sabato scorso, i rivali della NK Zadar. Accecato dalla gioia per la rete il centravanti ha confuso le curve dello stadio ed è corso a festeggiare sotto quella dei tifosi avversari. E così uno di loro lo ha rispedito in campo con una serie di energici schiaffi...clicca qui...

Dario Pernicone, comandante dell'Anta, fa alcune precisazione sulle macchine dei Rangers

In riferimento alla vicenda dei Rangers riceviamo dal comandante dell'Anta Dario Pernicone quanto segue:
Le macchine che sono ferme all'interno dell'area ex siace, sono state già a suo tempo segnalate con una denuncia ufficiale inviate circa due mesi fa alla polizia municipale e al corpo forestale di Piazza Armerina, nonchè al sindaco e all'assessore Ribilottata.
Pertanto la loro presenza sull'area è necessaria perchè è in corso una indagine giudiziaria. Si rammenta che tutti i servizi vengono portti avanti le grande professionalità e serietà dalle guardie ambientale dell'Anta che portano avanti un progetto di legalità che viene apprezzato da tutti nella massima trasparenza

Gramigne a Morgantina. Gita del palermitano delusa.

Aidone. “Non è possibile che un sito come questo sia pieno di gramigne al punto da non riuscire a vedere i reperti archeologici”. Una scolaresca Cefalù è rimasta scontenta dello stato di incuria in cui versa l’area archeologica di Morgantina. I 50 ragazzi delle quinte classi del liceo classico della cittadina palermitana hanno passato la mattinata per scoprire le bellezze del sito ellenistico. Dice Giovanni, il più attivo del gruppo “E’ un vero peccato che uno straordinario sito come questo possa essere lasciato all’incuria generale. L’erba è alta non è tagliata da diverso tempo e soprattutto con gli stranieri che arrivano non ci facciamo certamente una bella figura. A causa delle erbacce poi si assiste alla concentrazione nella zona di tantissimi insetti. Ci vuole poco per tenere una area archeologica come Morgantina pulita ma in Sicilia, purtroppo non riusciamo a fare neanche questo. E’ un brutto segnale anche in prospettiva dell’arrivo della Venere che a quanto mi dicono dovrebbe arrivare il prossimo anno. Se arrivano i turisti per la Venere e troveranno Morgantina in questo pessimo stato non torneranno più”. Intanto dopo i dibattiti e le polemiche sui canali di finanziamento sembra calato il silenzio sul ritorno della Venere che dovrebbe arrivare nei primi sei del 2011. Però, sembra oramai assodato, che a causa dei cronici ritardi siciliani, la Venere non sarà collocata nella sede individuata della chiesa di San Domenico, che ancora è in condizioni incomplete, ma troverà sistemazione in una delle stanze del museo archeologico, per la verità piuttosto ridotta per contenere una delle più importanti sculture del patrimonio dell’antichità.


Agostino Sella

Raduno salesiano a Montagna Gebbia

Piazza Armerina. Sabato e domenica scorso presso la struttura salesiana di Montagna Gebbia centinaia di ragazzi di età compresa tra i 10 e 13 anni si sono incontrati per trascorrere dei momenti di fraternità, divertimento e spiritualità. L’avvenimento che si ripete ormai da anni è stato organizzato dai comitati delle Polisportive Giovanili Salesiane di Agrigento,Caltanissetta ed Enna. Anche quest’anno questa iniziativa e' stata per i ragazzi un momento in cui si sono confrontati in diverse attività ludico ricreative, così come negli incontri mensili che si sono succeduti nel corso dell’anno sportivo. Nel corso delle due giornate, gli allievi delle società partecipanti sono stati suddivisi in diverse squadre, avendo così la possibilità di fraternizzare, e hanno dato vita ad incontri di diverse attività sportive quali calcio a 5, pallavolo, basket e attività motorie. Importante anche il momento di animazione serale dove i ragazzi sono stati coinvolti non solo in diversi percorsi ricreativi (giochi,disco dance). Venendo incontro alle richieste dei giovani le due giornate si sono svolte all’insegna dello spirito di aggregazione, dell’accoglienza e del rispetto dell’altro, sottolineando quindi che l'associazione P.G.S. esprime nel mondo sportivo l'identità di una associazione cristiana che propone un itinerario educativo,ispirato a S. Giovanni Bosco. Da segnalare anche la numerosa presenza dei genitori dei ragazzi che nonostante le condizioni climatiche certamente non favorevoli, non hanno rinunciato a seguire i loro figli in questa iniziativa. Momento culminante e conclusivo del campo atleti e' stato costituito dalla celebrazione della S.Messa.

Agostino Sella

Alla cortese attenzione della dottoressa Carolina Ferro. "I capigruppo non devono percepire il gettone di presenza"

Carissima dottoressa Ferro,
intanto la ringrazio nuovamente per il suo intervento della scorsa settimana sul nostro blog e anche se in ritardo rimetto alla Sua attenzione la dovuta replica.
Ormai che siamo nel ballo, si dice, balliamo fino in fondo! ed allo scopo mi sono trovato,  in un certo senso, costretto ad approfondire la materia amministrativa, che peraltro mi piace. Credo che nella prossima vita farò l'avvocato o il bidello.
Purtoppo, noi giornalai da strapazzo (quali siamo io e Guglielmo ) dobbiamo anche farci carico delle opportune osservazioni dei cittadini e di chi conserva una certa dimestichezza con le questioni amministrative.
Per i lettori meno avezzi e per quelli che non hanno seguito la vicenda, la questione da dirimere è se i capigruppo (a Piazza Armerina sono un decina su venti consiglieri comunali) debbano o meno percepire il gettone di presenza se si riuniscono in conferenza.
Insomma , si tratta di una cifra intorno ai 30 mila euro l'anno,  che il comune potrebbe utilizzare per cose più utili.
Noi siamo convinti che i Capigruppo non debbano percepire alcun gettone e ne abbiamo spiegato il perchè.
Peraltro ho visto che ieri la questione è stata sottoposta al consiglio comunale che, al momento di votare la proposta di modifica del regolamento,  ha ritenuto opportuno rinviare il punto per approfondire meglio l'argomento, che in effetti è materia abbastanza ostica, al punto che io stesso mi sono avvalso della consulenza gratuita di un illustre personaggio della giurisprudenza piazzese (non si tratta di qualche non illustre amico di Mattia ).
Schematizzo brevemente la questione sperando di essere comprensibile:

L’art. 82, comma 2, del TUEL (testo unico enti locali), prevede che “I consiglieri comunali, provinciali, circoscrizionali e delle comunità montane hanno diritto a percepire, nei limiti fissati dal presente capo, un gettone di presenza per la partecipazione a consigli e commissioni. In nessun caso l’ammontare percepito nell’ambito di un mese da un consigliere può superare l’importo pari ad un quarto dell’indennità massima prevista per il rispettivo sindaco o presidente in base al decreto di cui al comma 8. Nessuna indennità è dovuta ai consiglieri circoscrizionali”.

Il comune di Pisa, come la maggior parte, se non tutti i comuni italiani, adottando il regolamento per il funzionamento degli organi consiliari, inserisce che le conferenze dei capigruppo sono assimilate alle commissioni permanenti (anche nel regolamento del nostro Consiglio Comunale le conferenze dei capigruppo vengono assimilate alle commissioni) di fatto cercando di sottintendere quanto all'art. 82 del tuel succitato non viene espressamente menzionato e così contravvenendo  alla linea di contenimento dei costi della politica delle ultime norme in materia. Il parere del ministero delle autonomie locali, menzionato nel nostro precedente articolo, si riferisce proprio all'assimilazione della conferenza dei capigruppo alle commissioni permanenti. A nulla serve tirare in ballo l'autonomia statutaria della regione che consente ai comuni siciliani piena autonomia regolamentare, dato che dalla riforma del titolo V della Costituzione tale autonomia appartiene a tutti gli Enti locali.

Ancora L’art. 19, comm 4°dalla L.r. n. 22/2008 prevede che “I consiglieri comunali, provinciali e circoscrizionali hanno diritto a percepire, nei limiti fissati dal presente capo, un gettone di presenza per la partecipazione a consigli e commissioni. In nessun caso l'ammontare percepito nell'ambito di un mese da un consigliere può superare l'importo pari ad un terzo (e non un quarto, come in ITALIA) dell'indennità massima prevista per il rispettivo sindaco o presidente in base al regolamento di cui al comma 1”, e, inoltre, l’art. 19 bis, comma 1°, della L.r. n. 30/2000 aggiunto dalla L.r. n. 22/2008 al secondo periodo così recita: “Salve le disposizioni previste per le forme associative degli enti locali, gli amministratori locali di cui all’articolo 15, comma 2, secondo periodo, non percepiscono alcun compenso, tranne quanto dovuto ai sensi dell’articolo 21, per la partecipazione ad organi o commissioni comunque denominate, se tale partecipazione è connessa all’esercizio delle proprie funzioni pubbliche”, che è esattamente la replica dell'art. 82 del tuel succitato.

Anche una Regione a statuto speciale come la Sicilia si deve, secondo il legislatore, adeguare all'abbattimento dei costi della politica e con l' approvazione della L.r. n. 22 del 16/12/2008 il legislatore siciliano si è di fatto adeguato a quello statale. Sull'argomento, e cioè “se le conferenze dei capigruppo possano o no essere assimilate alle commissioni” si è espressa ancora la Corte dei Conti con delibera n. 362 dell'11 novembre 2009, che per pietà vi risparmiamo, ma che, se volete, potete andare a leggere.

Per essere più chiari, la  questione da discutere non è "se in Sicilia la legge regionale lo consente", ma se le conferenze dei capigruppo possono essere considerate uguali alle "commissioni" per le quali i Consiglieri possono percepire il gettone di presenza. Secondo noi  il legislatore lo esclude in tutta Italia.
 
Ecco le precedenti puntate.
 

NASCE ALL'UNIVERSITA' KORE L'OSSERVATORIO INTERNAZIONALE SUI DIRITTI UMANI NEI PAESI DEL MEDITERRANEO

E' stato siglato,presso gli uffici di rappresentanza della Regione Siciliana, il Protocollo d'intesa, tra la Kore di Enna ed il Consiglio Nazionale Forense per la realizzazione dell' Osservatorio Internazionale sui Diritti Umani nei paesi del Mediterraneo (Odimed)...clicca qui..

Colianni. "LSU verso la stabilizzazione"

Enna. E’ stato inserito nel Disegno di Legge sulla stabilizzazione, approvato il 31 marzo 2010 dalla V Commissione Parlamentare dell’ARS, l’articolo che autorizza l’Assessore Regionale al Lavoro ad attivare la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili. A comunicarlo è il deputato ennese del Movimento per l’Autonomia guidato dal presidente Raffaele Lombardo Paolo Colianni che dice: “così come aveva promesso l’Assessore Regionale On. Lino Lenza nell’incontro del 10 marzo con una delegazione dei lavoratori del Comune di Enna. Nella riunione del 10 marzo con i lavoratori, l’Assessore Lino Lenza, assistito dal Direttore dell’Agenzia Regionale per l’impiego, il professor Gaspare Lo Nigro, ha dichiarato che gli Lsu di Enna fanno parte dell’ultima parte del precariato che ancora non ha trovato la soluzione alla legittima stabilizzazione, un bacino di circa 6000 lavoratori in tutta la Sicilia”. Con l’inserimento dell’articolo 6 nel Disegno di legge sulla stabilizzazione del precariato, l’On. Paolo Colianni afferma ancora :”l’assessore regionale al Lavoro ha dato la soluzione legislativa alla questione, mantenendo l’impegno assunto all’incontro del 10 marzo di inserire la norma che consente la progressiva stabilizzazione di questo precariato e la stipula di contratti quinquennali di lavoro”. Il Consigliere Comunale Davide Mingrino che insieme a Colianni ha seguito tutta la vicenda dichiara “la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili è stata affrontata con serietà dall’Assessore Regionale Lino Lenza e immediatamente ha dato una soluzione legislativa”.

Agostino Sella

883 - Nient'altro che noi

pubblicato da Picwolf sul blog PGS Enna..clicca qui...

lunedì 19 aprile 2010

Il vescovo Pennisi esprime solidarietà al Papa

DIOCESI DI PIAZZA ARMERINA


SOLIDARIETA’ E PREGHIERA PER BENEDETTO XVI

Il Vescovo di Piazza Armerina Mons. Michele Pennisi in occasione del quinto anniversario dell’elezione di Benedetto XVI al pontificato ha invitato tutte le comunità ecclesiali a stringersi nella preghiera intorno a Papa Benedetto, centro di unità e segno visibile di comunione per rendere grazie a Dio per il magistero illuminato e la cristallina testimonianza del Papa. Facendo riferimento all’Appello della Presidenza della CEI ha esortato la Chiesa al dovere della purificazione, pregando in particolare per le vittime di abusi sessuali e per quanti, in ogni parte del mondo, si sono macchiati di tali odiosi crimini ed ha invitato ad implorare dal Signore energie nuove, perché si rafforzi la passione educativa, sorretta dalla dedizione e dal generoso impegno di tanti sacerdoti che, insieme ai religiosi, alle religiose e ai laici, ogni giorno si spendono soprattutto nelle situazioni più difficili a favore dei ragazzi e dei giovani.

Questo invito è stato rivolto ai circa 600 Capi dell’Agesci provenienti da tutte le diocesi siciliane per i quali ha celebrato l’Eucaristia nell’Università Kore di Enna. Momenti di preghiera sono organizzati in tutte le parrocchie della diocesi di Piazza Armerina. Una veglia di preghiera sarà animata dalle suore carmelitane di clausura nel monastero di San Marco ad Enna.

Mons. Pennisi in una lettera indirizzata al Santo Padre in occasione del suo 83° compleanno e del quinto Anniversario della sua elezione al Sommo Pontificato lo ha ringraziato per il suo ministero apostolico, che non può essere incrinato” dalle pretestuose polemiche sorte da più parti in questi ultimi tempi da chi vuole delegittimare la Chiesa e lo zelante ministero sacerdotale di tanti presbiteri dai quali si vogliono allontanare le giovani generazioni.”.

“La nostra comunità diocesana- ha scritto mons. Pennisi- si vuole stringere con affetto filiale al successore di Pietro, che presiede alla carità nella Chiesa, per l’impegno a togliere "ogni sporcizia" dalla compagine degli uomini di Chiesa, coniugando la fortezza della giustizia con la dolcezza della misericordia”.

Chi sono

Qualcuno, di cui non ho molta stima, mi chiama "Architetto di Dio". La cosa, però, mi piace. Dicono che sono un architetto eclettico ed un pò anomalo. Il mio lavoro è a metà tra i restauri ed il turismo. Sono cooperatore salesiano e amo Don Bosco. Sono sposato con Cinzia che amo. Abbiamo tre figli, Gabriele Samuele e Gaia. Se vuoi scrivermi ecco la mail architettodidio@gmail.com


___________


"Il senso di inquietudine mi insegue sempre e quando mi pare di aver colto una certezza ricado nell'assoluto smarrimento. Mi chiedo: sono al posto giusto, al momento giusto? Boh! che casino è la VITA e quanto doloroso è questo cammino di scoperta dell'Assoluto che c'è in noi!"

TUTTI GLI ARTICOLI